Sahhara Iris – Conduttrice del programma Talk2Sahhara – Londra

È stato fantastico poter parlare con Sahhara Iris, che gestisce il programma Talk2Sahhara a Londra, Regno Unito. In un’intervista in cui siamo stati in grado di toccare argomenti interessanti, sia dal mondo, sia dalla comunità LGBTQI e persino alcuni argomenti personali, che tra i due intervistatori è stato un piacere condividere.

Una influencer, con migliaia di follower sui social network e con una professionalità unica, ed è una riconosciuta attivista eccezionale per i diritti umani della comunità trans nel mondo.

Della situazione attuale in Regno Unito con il COVID-19, Sahhara Iris riferisce che “ci sono molte persone che camminano per le strade non curandosi di nulla, dicono Sì sì! Ay No! Il Coronavirus non esiste! “. ” Non prendono sul serio il Coronavirus”.

Nella sua esperienza di vita, Sahhara ci dice che: “Ho avuto i sintomi del Coronavirus tra marzo e aprile”. “Ero in ospedale faccia a faccia con tutti, ero malata. Ma in qualche modo l’ho superato”

“C’erano molte persone malate e molte persone isolate, dovevo prendere antibiotici, medicine antivirali e questo mi ha aiutato molto a migliorare”.

“Mi sento molto fortunata”. Come in Italia, è una situazione forte, e nel Regno Unito ci sono delle regole, e prima di questo Sahhara racconta: “Le persone vengono a Londra da tutto il mondo, dall’India, dalla Cina. È un punto di connessione significativo”.

“Non ci sono stati abbastanza controlli, quindi il virus ha avuto più facile accesso”. “Ricordo che a metà marzo, ho detto ai miei amici della quarantena e hanno detto che non era grave”. “È stato un grave errore”. “Hanno fatto festival con un’enorme afflusso di persone”.

Parlando di politiche di aiuto per la popolazione trans nel Regno Unito, ci dice che è stato molto difficile a causa della discriminazione e perché chiudono un occhio su chi siamo.

Molte persone transessuali non sono coperte, anche se molti di noi devono lavorare altrove, molti sono sexworkers per le strade e Sahhara sottolinea che
“Come staranno bene se non hanno modo di farlo?” Il governo non estende la protezione a persone come loro, e devo purtroppo dirlo. ”
” Se vuoi un aiuto da parte del governo, è una strada molto lunga e sfortunatamente hanno un aiuto tra l’8% e il 17% “.

Alla fine, mentre abbiamo chiesto tante cose a Sahhara, siamo stati in grado di imparare da lei che sarebbe stata presente al Miss T World che avrebbe dovuto essere realizzato in Italia,
e sapendo che lei è un’eccellente professionista, attrice, intrattenitrice, dice che è molto triste cosa ciò è accaduto a causa del Coronavirus, perché ha colpito molte persone,
la produzione è diminuita, ma questo è servito a riflettere, è del tutto comprensibile che tutte le persone e tutti i partecipanti si sentano nervosi.

Come dice lei: “Dobbiamo essere ottimisti e sperare per il meglio, dobbiamo seriamente pensare a cosa sia il Coronavirus e mostrare amore, imparare in questa situazione,
provare ad amare noi stessi come esseri umani. Spero che siamo esseri umani migliori, anche se lo è è molto comune sentire tutto ciò che ha fatto COVID-19.
Ricordiamo chi siamo, manteniamo la speranza e desideriamo che torniamo insieme “…

E non potevano mancare quelle domande che Sahhara, in qualità di presentatrice del suo programma “Talk2Sahhara” trasmesso in tutto il Regno Unito e in cui partecipano
grandi personaggi del mondo dello spettacolo e dall’attivismo, Sahhara ci ha detto innanzitutto: “La tecnologia è magica, grazie Immagina se ciò potesse accadere negli anni ’80 o ’90 “…” È qualcosa di eccezionale, interpersonale, lo adoro “…” Quando vado in Italia mi piacerebbe visitarli “e abbiamo risposto” Ti presenteremo a Venezia ” .
E ci chiede della situazione attuale in Italia con il Coronavirus, sia personalmente che obiettivamente su ciò che è accaduto e sta ancora accadendo in Italia.
“La situazione in Italia è molto delicata, non tutti capiscono la situazione, ci sono molte persone che camminano senza maschere come se nulla stesse accadendo,
ma ci sono altre persone che si prendono cura di se stesse, che si dedicano a seguire le regole e che si preoccupano molto,
ma, a livello personale, Sono uno di quelli che si preoccupano, indosso la maschera … A volte mi sento stanco … ma poi penso …
No Daniel, ci sono così tante persone che sono morte, così tanti malati, tu stai bene, la tua famiglia sta bene , hai la salute e questo è la cosa più importante,
ed è così che mi riprendo e riprendo forze ogni giorno “…
“Giorno dopo giorno vengo qui per dare il meglio per il mondo, per mostrare il meglio e cercare di far riflettere il mondo. ” ..
E Sahhara Iris ci ha chiesto delle nostre origini come Piccole Magazine, a cui abbiamo risposto che:
“Piccole Magazine ha iniziato come progetto … e un giorno abbiamo pensato di andare oltre, dando aiuto a tutte le persone, alla comunità trans,
alla comunità LGBT e ci siamo chiesti quali fossero i problemi più importanti? E abbiamo visto che non avevano voce, c’era discriminazione,
e così abbiamo iniziato a unirci con le organizzazioni in Italia, creare una piattaforma di visibilità per garantire la visibilità di tutto ciò che è stato fatto dalla
comunità e mostrarti quanto significano per noi “.
“Effettuiamo molti programmi in diversi modi e da tutto il mondo per affrontare la situazione dei diritti umani delle persone di tutto il mondo” …
A tutto ciò, semplicemente, Sahhara è grata per ciò che è stato fatto da Piccole Magazine, e Quindi ci promette una prossima intervista sul suo show,
inviando saluti, abbracci e auguri al popolo italiano, in particolare Piccole Magazine.

Spagnolo

SAHARA IRIS, CONDUCTORA DEL PROGRAMMA TALK2SAHHARAENA LONDRES.

Que genial haber podido hablar con Sahhara Iris, quien dirige el programa Talk2Sahhara en Londres, UK. En una entrevista tú a tú, donde pudimos tocar temas interesantes, tanto del mundo, como de la comunidad LGBTQI e incluso algunos temas personales, que entre ambos entrevistadores hubo el placer de compartir.

Una influencer, con miles de followers en las redes sociales, y con un profesionalismo único, y no conforme con ello, ha sido una destacada activista por los Derechos Humanos de la comunidad trans en el mundo.

A lo que es la situación actual en Reino Unido con el COVID-19, Sahhara Iris nos cuenta que “hay mucha gente que camina por las calles como si no le importara nada, dicen Ay si!, Ay No! El Coronavirus no existe!”… “No toman de modo serio el Coronavirus”.

Desde su experiencia de vida, Sahhara nos cuenta que: “Yo tuve los síntomas del Coronavirus entre Marzo y Abril”, “Estuve en el hospital cara a cara con todos, estuve enferma… y de alguna forma lo superé”… “Había mucha gente enferma, y mucha gente aislada, tuve que tomar antibióticos, medicinas antivirales, y esto me ayudó mucho a mejorar”…”Me siento muy afortunada”. Al igual que en Italia, es una situación fuerte, y en UK hay reglas, y ante estp Sahhara nos dice que “A Londres llegan personas de todas partes del mundo… desde India.. desde China… Es un punto de conexión significativo…”
“No han habido suficientes controles, por lo que el virus las tiene mas fácil de entrar”… “Recuerdo que a mediados de Marzo, le decía a mis amigos sobre la cuarentena y ellos decían que eso no era serio…” “Es un error masivo”.. “Han hecho festivales con asistencia masiva de personas”…

Hablando sobre las políticas de ayudas para la población trans en Reino Unido, ella nos dice que ha sido muy difícil debido a la discriminación, y porque hacen de la vista gorda sobre lo que somos. Muchas personas trans no son cubiertas, aunque muchas de nosotras tiene que trabajar en otros lugares, muchas son trabajadoras sexuales en las calles, y enfatiza Sahhara que “Cómo se van a ver ellas bien si no tienen como hacer?” EL gobierno no extiende la protección a personas como ellas, y debo decirlo desafortunadamente”. “SI tu quieres ayuda del gobierno, es un camino muy largo, y solo tienen ayuda practicamente entre el 8% y el 17% desafortunadamente”.

Finalmente, mientras le pregutabamos a Sahhara, pudimos conocer de su parte que ella estaría presente en el Miss T World que se debería haber celebrado en Italia, y sabiendo que ella es una excelente profesional, actriz, animadora, ella dice que es muy triste lo que ha sucedido por el Coronavirus, porque ha golpeado muchas personas, la producción se ha caído pero esto ha servido para reflexionar, es totalmente entendible que todas las personas y participantes sientas nervios.

Como mensaje ella dice: “Debemos ser optimistas y esperar lo mejor, debemos pensar con seriedad lo que es el Coronavirus, y mostrar amor, aprender en esta situación, tratar de amarnos como seres humanos.. Espero que seamos mejores seres humanos, aunque es muy común sentir todos lo que ha hecho el COVID-19. Recordemos lo que somos, conservemos la esperanza y deseo que estemos juntos de nuevo”…

Y no podía faltar esas preguntas que Sahhara, como presentadora de su programa “Talk2Sahhara” que se transmite en todo el Reino Unido y donde participan grandes personajes del mundo del show, Sahhara nos ha dicho primero que todo: ” La tecnología es magia, gracias al internet, imagínate si esto hubiese podido pasar en los 80 o los 90″… “Es algo excepcional, interpersonal, me encanta”… “Cuando vaya a Italia me encataría visitarlos” y le respondimos “Te presentaremos a Venezia”.
Y nos pregunta sobre la istuación actual en Italia con el Coronavirus, tanto a nivel personal, como a nivel objetivo sobre lo que ha sucedido y sucede aún en Italia. “La situación en Italia es muy delicada, no todos entiende la situación, hay mucha gente caminando sin máscaras como si nada sucediera, pero hay otra gente que se cuida, que se dedica a seguir las reglas y se preocupan mucho, pero personalmente te digo que soy uno de los que se preocupa, uso mi máscara… Aveces me siento cansado… pero luego pienso… No Daniel, hay tanta gente que ha muerto, tanta gente enferma, tu estás bien, tu familia está bien, tienes salud que es lo importante, y es así que me recupero y retomo fuerzas cada día”… “Día a día vengo aquí a dar lo mejor para el mundo, a mostrar lo mejor y tratar de que el mundo refelxione”…
Y nos preguntó Sahhara Iris, nos preguntó sobre nuestros orígenes, a lo que respondimos que: “Piccole Magazine empezó siendo un proyecto… y un día pensamos en ir mas allá, en dar ayuda a todas las personas, a la comunidad trans, a la comunidad LGBT y nos preguntamos cuales eran los problemas mas importantes? Y vimos que era la discriminación, y así comenzamos a unirnos con organizaciones de Italia, crear una plataforma de visibilidad para garantizar visibilidad de todo lo que viene hecho de parte de la comunidad y demostrarle cuánto significan para nosotros”. “LLevamos adelante muchos programas en modos diversos y de todo el mundo para encarar la situación de los Derechos Humanos de personas de todo el mundo”… A todo esto, sencillamente, Sahhara agradece de lo que viene hecho de Piccole Magazine, y es así que nos promete una próxima entrevista en su programa enviando saludos, abrazos, y buenos deseos a la gente de Italia, en especial a Piccole Magazine.

Inglese

SAHARA IRIS, DIRECTOR OF THE TALK2SAHHARA PROGRAM TO LONDRA.

How great to have been able to speak to Sahhara Iris, who runs the Talk2Sahhara program in London, UK. In an you-to-you interview, where we were able to touch on interesting topics, both from the world, and from the LGBTQI community and even some personal topics, which both interviewers had the pleasure of sharing.

An influencer, with thousands of followers on social networks, and with a unique professionalism, and not in accordance with it, has been an outstanding activist for the Human Rights of the trans community in the world.

To what is the current situation in the United Kingdom with the COVID-19, Sahhara Iris tells us that “there are many people who walk the streets as if they did not care about anything, they say Ay yes !, Ay No! The Coronavirus does not exist! “…” They don’t take Coronavirus seriously. “

From his life experience, Sahhara tells us that: “I had the symptoms of the Coronavirus between March and April”, “I was in the hospital face to face with everyone, I was sick … and somehow I got over it” … “There were a lot of sick people, and a lot of isolated people, I had to take antibiotics, antiviral medicines, and this helped me a lot to improve” … “I feel very lucky”. As in Italy, it is a strong situation, and in the UK there are rules, and before this Sahhara tells us that “People come to London from all over the world … from India … from China … It is a point of meaningful connection … ”
“There have not been enough controls, so the virus has them easier to enter” … “I remember that in mid-March, I told my friends about quarantine and they said that was not serious …” “It is a massive mistake” .. “They have made festivals with massive attendance of people” …

Speaking about aid policies for the trans population in the UK, she tells us that it has been very difficult due to discrimination, and because they turn a blind eye to who we are. Many trans people are not covered, although many of us have to work elsewhere, many are sex workers on the streets, and Sahhara emphasizes that “How are they going to look good if they have no way to do it?” The government does not extend protection to people like them, and I must say it unfortunately. “” IF you want help from the government, it is a very long road, and they only have help between 8% and 17% unfortunately “.

And Sahhara Iris asked us, asked us about our origins, to which we replied that: “Piccole Magazine started as a project … and one day we thought of going further, giving help to all people, to the trans community, to the LGBT community and we asked ourselves what were the most important problems? And we saw what discrimination was, and so we began to unite with organizations in Italy, create a visibility platform to guarantee visibility of everything that has been done by the community and show you how much they mean to us. ” “We carry out many programs in different ways and from all over the world to face the Human Rights situation of people from all over the world” … To all this, simply, Sahhara thanks for what has been done by Piccole Magazine, and it is So he promises us an upcoming interview on his show, sending greetings, hugs, and good wishes to the people of Italy, especially Piccole Magazine.

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam

Guarda il video

Reportage sulla comunità Trans INVISIBILE di Regina Satariano e Fernanda Ponciano

Piccole Trasgressioni – “Il contributo che ognuno di noi ogni giorno rivolge agli altri”

Condividi