Vi presentiamo oggi un’imprenditrice di moda, Roberta, che viene da Santos, Brasile ed è ora in Italia per presentarci il suo marchio di costumi “Roberta Moda – Intima Trans”. Roberta vive in Toscana, vicino a Grosseto e in questa intervista ci racconta di più del suo lavoro.

Benvenuta Roberta, parlaci di te.
Ciao a tutti, sono Roberta e mi occupo di moda trans, ma non solo. Il mio marchio si rivolge anche ai gay, alle drag queen o alle ragazze a cui piace osare! Creo mutande intime e costumi bellissimi, di tanti tipi diversi.

Che materiali usi di solito?
Pizzo o lycra, quest’ultima è perfetta per i costumi da usare al mare.

Questo progetto come è nato? I disegni li fai tu?
Il progetto è nato in Brasile e sono diventata socia di Sandy, una ragazza stilista. Lei si occupa del territorio brasiliano e io di quello europeo. I disegni li idea lei quindi, e poi li fa realizzare in Brasile. Io, qui in Europa, mi occupo dell’imballaggio, delle ultime rifiniture e controllo se è tutto a posto. Faccio un controllo di qualità, in pratica.

Stupendo, il fatto che la linea sia realizzata in Brasile e poi esportata anche in Italia la rende ancora più esclusiva. E dimmi, da quanto tempo sei nel mondo della moda?
In verità da qualche anno. La marca infatti esiste da un bel po’, è nota in Brasile e in Italia l’ho appena portata.

E come sta andando?
Molto bene! In Brasile le ragazze conoscevano già il brand e la particolarità di questi modelli. Quando ho partecipato a Miss Trans Europa a Napoli, ho conosciuto tante trans italiane che invece non conoscevano questo tipo di mutande e per “sistemare le loro parti intime”, diciamo, di solito usano quelle da donna o i pantaloncini jeans più corti. Questi modelli invece sono realizzati con una conformazione che dona molto comfort.

Quindi questo tipo di biancheria intima e costumi sono rivolti alle trans, prevalentemente?
Prevalentemente sono studiate per le transessuali ma ho tante clienti drag queen e molti gay che le usano. In realtà anche qualche donna, ma loro cercano soprattutto i costumi, perché amano i colori e le fantasie. Insomma, sono un po’ per tutti!

Parlaci un po’ delle stampe più ricercate.
Allora, le trans amano i colori più accesi che fanno risaltare al massimo la loro pelle e la loro abbronzatura. Le donne cis preferiscono le stampe più discrete, tipo tropicali e minimali. Poi abbiamo anche i modelli monocolore e animalier.

Chi volesse acquistare, dove può farlo?
Io vendo su Facebook e Instagram, mi potete contattare in privato, mi trovate con il nome “Roberta Moda” (sorride).

Insomma, adesso stai stabilendo le linee guida di moda per il mondo LGBT* e non solo, sei molto ricercata.
Questa estate è andata molto bene!

Hai in mente di rinnovare la linea o di fare anche qualcosa di diverso?
Per adesso no, però, in futuro, vorremmo realizzare il settore intimo, includendo anche quello per donna e uomo. Ora ci rivolgiamo prevalentemente alle trans anche se i modelli sono richiesti da tutti. Piacciono tanto i nostri colori, hanno come una vita propria, richiamano un po’ i colori della terra del Sud America. Abbiamo stampe e colori per tutti i gusti!

Complimenti Roberta, sei un vero esempio per la comunità LGBT* mondiale, sei la dimostrazione che quando si vuole andare avanti, non ci si deve perdere per strada ma bisogna concentrarsi e andare dritti verso il proprio obiettivo. Ti salutiamo e grazie mille per aver condiviso con noi il tuo successo e la tua collezione.
Si, assolutamente. Grazie mille a voi per lo spazio che mi avete dedicato, a presto!