Abbiamo incontrato Gianni, boy italiano di Bologna di classe, che lavora nel settore da una decina di anni. Moro, occhi che incantano, bel fisico e attivo, è disponibile per serate, week end e viaggi solo per donne e coppie distinte. Nel tempo libero ama viaggiare e ha la passione per le donne, ma conosciamolo meglio attraverso le sue parole.

Buongiorno Gianni, come mai hai deciso di diventare un accompagnatore di lusso?
Ho iniziato una decina di anni fa, appunto perchè mi piacciono molto le donne ed ho deciso di coniugare lavoro e piacere! In più, è un mestiere redditizio che mi permette di viaggiare e conoscere persone nuove. Sono soddisfatto e realizzato.

Come è stata la tua prima esperienza, la ricordi?
E’ stato bello, era una bella signora, di qualche anno più anziana di me, molto raffinata. L’ho portata fuori a cena e poi da cosa è nata cosa (sorride).

Per te fare l’accompagnatore è solo un lavoro o anche un piacere?
Più un piacere, sono una persona dinamica e mi è capitato spesso di accompagnare chi mi cerca in viaggi in giro per il mondo e frequentare ambienti del jet set.

Il più bel viaggio in cui ti hanno portato qual è stato?
Senza dubbio New York, in America. Mi piacerebbe vedere Tokyo, l’oriente l’ho visitato quasi tutto ma il Giappone mi manca, è un Paese che mi ha sempre affascinato per la sua cultura e modo di vivere.

Mi descrivi una tua cliente tipo? Quante donne ti contattano?
Mi contattano in media una-due al giorno, ho l’agenda piuttosto piena. Solitamente si tratta di donne che oltre a volere una bella presenza accanto, magari per cene, incontri con amici e farsi vedere in giro, soprattutto vogliono parlare e avere qualcuno che le ascolti e sentirsi speciali. Ultimamente ho notato che mi contattano anche molti uomini ma ci tengo a precisare a tutti che sono etero, esco solo con femmine! (ride)

Intervista a Gianni, gigolò di BolognaTi sei mai innamorato di una cliente?
Mai, distinguo sempre vita privata da quella lavorativa.

Come pensi prenderebbe il fatto del tuo lavoro una eventuale ragazza?
Attualmente frequento qualcuna ma cerco sempre di uscire con donne che sono molto per il “vivi e lascia vivere”.

Gianni, tu qualche anno fa sei stato anche in trasmissione da Barbara d’Urso, a Mattino 5, vero?
Cosa mi fai ricordare! (ride). Si, mi avevano chiamato come ospite per raccontare della mia vita da gigolò. E’ stata un’esperienza diversa dal solito, divertente.

Come è la tua donna ideale?
Non ho un ideale preciso, caratterialmente deve essere dolce e che non rompa troppo le scatole o preferisco non uscirci (ride).

Per concludere, hai un messaggio per le nostre lettrici?
Vi invito a contattarmi per conoscerci meglio, non ve ne pentirete! Grazie Piccole Magazine per questa intervista.

Grazie a te Gianni per il tempo che ci hai dedicato e a presto.