Gabriella Manzini è una bellissima trans brasiliana, dal viso da bambola, fisico armonioso e sorriso smagliante. Affettuosa, cordiale e sempre allegra, è la compagnia perfetta per vivere momenti unici e irripetibili…siete pronti a conoscere questa bomba del sesso?

Ciao Gabriella Manzini, raccontaci un po’ di te.
Ciao a tutti! Io sono una ragazza trans, nata sotto il segno dei gemelli e di lavoro faccio la escort di classe e provengo da Manaus, Amazonia Brasile. Mi piace andare in palestra, godermi delle giornate in mezzo alla natura, fare shopping e ogni tanto andare a ballare!

Vedo che hai un bellissimo tatuaggio sul braccio. Sei appassionata?
Si adoro i tatuaggi, ne ho 15 sul mio corpo!

Cosa ti ha portato in Italia dal caldo Brasile?
La ricerca di lavoro, la purtroppo la situazione è piuttosto grave a livello lavorativo e non c’è tanta possibilità per noi ragazze trans di trovare qualcosa. Comunque, considero il mio lavoro di escort esattamente come un lavoro qualsiasi, pieno di dignità.

Assolutamente, è un lavoro di certo non alla portata di tutte però. Serve un carattere un po’ forte per farlo?
(Ride) sicuramente io ho un carattere forte. Però ho anche un cuore buono, se decido di ragionare con quello, ma noi dobbiamo sempre ragionare con la testa!

Ingannevole è il cuore più di ogni cosa, diceva una famosa frase. Torniamo a parlare del tuo lavoro, quali sono le pratiche che ti piace di più proporre a chi ti contatta?
Di solito sono io che realizzo le fantasie di chi mi cerca…offro i servizi più completi, in un modo molto piacevole e rilassante, senza fretta. Adoro i rapporti in cui si mescola affetto e piacere e dove si può conversare.

Insomma, ti piace prenderti tutto il tempo necessario.
Si, voglio che il tempo passato insieme a chi mi cerca non si limiti ad un indimenticabile sesso (sorride) ma che tutta l’esperienza sia bella, non mi piace il servizio freddo e affrettato. Sono molto premurosa e se qualcuno non ha mai osato andare con una trans, io sono perfetta come prima volta!

Intervista a Gabriella Manzini, la Dea del terzo sesso!Di solito chi ti cerca, perchè lo fa?
Solitamente un uomo che cerca una trans lo fa per vivere qualcosa di diverso dalla solita routine. Si deve sapere che ho un sacco di abiti diversi, lingerie, scarpe, sex toys, tutto per rendere speciale l’incontro!

Ti fanno mai richieste strane?
Meno male che non hanno richiesta strane! In realtà quella che mi chiedono di più è di essere attiva, mi vergogno a dirlo ma è vero! (ride)

Ora vorrei che mi raccontassi, se ti va, del tuo percorso di transizione. Come lo hai vissuto?
In realtà noi trans non è che scegliamo di nascere così. Io parlo di me: da piccola ho sempre avuto un comportamento femminile e mi è sempre piaciuto stare in mezzo alle donne. Giocavo con le bambole di mia sorella e già sapevo di voler essere donna. Non avevo però amicizie tra le transessuali quindi per me era difficile farmi una idea esatta di tutto ciò che dovevo fare.

E quindi quando è iniziato tutto?
A 15 anni ho conosciuto la prima trans e li ho scoperto che io potevo diventare come lei ma non è stato facile sai? Avendo una famiglia avevo un po’ di paura di non essere accettata ma con il passare del tempo, dopo che sono andata via di casa piano piano ho superato tutto e sono riuscita a essere quella che volevo.

Sei felice della tua scelta?
Oggi come oggi sono molto felice di essere come sono: non è facile, bisogna avere proprio voglia e tanta determinazione per superare tutte le difficoltà che una scelta come questa comporta.

Gabriella Manzini, hai qualche progetto per il futuro?
Beh, sono stata in viaggio a Dubai ed è stato molto bello, ora vorrei conoscere il paradiso delle Maldive.

Hai un sogno nel cassetto da realizzare?
La parola sogno per me non esiste perché il sogno è una cosa che non diventa realtà. Ho delle mete da conquistare!
Per il resto mi auguro solo tanto amore fra le persone, ce ne è davvero bisogno! Un bacio dalla vostra Gabriella Manzini.

Intervista a Gabriella Manzini, la Dea del terzo sesso!