Francesco De Stefano si descrive come “un fiero napoletano di mezza età” e mentre lo dice, mi sorride con calore. Nella vita, gestisce una delle caffetterie più rinomate di Napoli, il Cimmino, situata nell’incantevole Posillipo. Non solo: da qualche tempo , insieme al suo compagno, ha deciso di investire nella movida LGBTQI, creando un gruppo di organizzazione di eventi e spettacoli a tema chiamato DejaVú.

Buongiorno Francesco, con il carro del DejaVú sfilerai domani al Pride di Napoli.
Sarà una festa grandiosa, piena di persone entusiaste. Non posso svelarvi troppo, ma come ogni carro che si rispetti, anche il nostro sarà ricco di colore, spettacolo e tutto il necessario utile ad esprimere “Gaiezza”! Ne approfitto per ringraziare Nadia Girardi che sarà nostra ospite e le drag animatrici Divinity, Atomika e Cha Chy Boom Boom!

Come si svolgerà la parata?
Partirà alle ore 16:00 da Piazza Dante dove si sfilerà fino alla piazza Vittoria. La parata sarà seguita da persone e altri carri; verrà fatta una vera e propria manifestazione contro l’omofobia e non solo.

Che cosa significa per te il Gay Pride? Oggi è ancora importante partecipare?
Assolutamente, oggi più che mai! Ve lo dice uno che fino a qualche anno fa guardava con molte perplessità a questo tipo di “sfilate”, fino a quando, ritrovandomi a viverle da interno, ho imparato che si trattava di tutt’altro. Pride, tu mi insegnerai, significa Orgoglio e credo che tutti dovremmo essere orgogliosi di quel che siamo ed essere contenti di manifestarlo.

È vero, c’è chi eccede quel giorno, ma di certo non lo fa per la sua identità sessuale, semplicemente partecipa col mood che più gli si addice; in fondo uno dei principi di una parata è proprio” la libertà di essere”. E’ bello riuscire a trasmettere con l’estrosità, in tutte le sue sfaccettature.

Come ti sembra la situazione italiana a proposito dei diritti per le persone LGBT*?
Penso che oggi, per la situazione politica che il nostro paese vive, è importante dimostrare in massa che siamo vigili, ma sopratutto sensibili, al tema dei diritti. Negli ultimi anni sono stati fatti parecchi progressi al riguardo,ribadisco solo che dovremmo essere solo molto vigili e continuare a combattere per quello in cui crediamo, dialogando con la classe politica, qualsiasi essa sia. Io credo ancora nel confronto!

Puoi svelarci qualcosa di più sui prossimi eventi a cui parteciperà la tua crew?
La programmazione DejaVú prevede un appuntamento mensile, per quest’estate anche qualcuno in più, siamo in continuo “work in progress”, non resta che seguirci!

Francesco, dove credi ti porterà il futuro?
Non so cosa il futuro ha in riservo per me, posso solo dirti che continuerò sempre a fare quello che mi piace godendomi a pieno la vita, ne sono troppo innamorato.
Il mio sogno, insomma, si realizza ogni giorno, quando mi sveglio con lo stesso spirito.

E’ un pensiero davvero bello, grazie Francesco De Stefano per averci dedicato il tuo tempo e a presto!
Grazie a voi. E ricordate: la vita è troppo breve per essere sprecata a lamentarsi e soprattutto a nascondersi da sé stessi. Bisogna vivere di emozioni e non di frustrazioni e questo dipende solo da noi. Dovremmo approfittare tutti del periodo “Pride” per riflettere su questo!

***

Valerio Russo, cantante e organizzatore delle serate DejaVú
vi aspetta con

Drag Atomika, Divinity e Cha Chy Boom Boom
domani sul carro DejaVú  insieme a
Nadia Girardi, attivista Lgbt!

E non finisce qui…dopo il Pride la serata proseguirà all’Edenlandia, con tutti i protagonisti del carro!

Condividi