E’ un periodo d’oro per la bella Felisia Bulgari, che negli ultimi mesi ha vinto diversi titoli ai concorsi di bellezza trans, facendosi notare per la sua bellezza ma non solo. L’ultimo premio che si è aggiudicata è la fascia di Miss Trans Web al concorso di Miss Trans Estate 2019, organizzato da Micarla Jhonsom.

Ciao Felisia, sei considerata un esempio nella comunità LGBT e ora ti sei aggiudicata la fascia Miss Trans Web a Miss Trans Estate.
Buon pomeriggio a tutti, che dire, in meno di 40 giorni vincere 5 fasce non so cosa dire, non me lo aspettavo. A Miss Trans Europa mi sono classificata terza e ho vinto anche la fascia di Miss Ragazza Immagine. Poi ho deciso di partecipare a Miss Trans Estate e il mio video ha ricevuto in due giorni giorni più di 15.000 visualizzazioni e tanti like. Poi ho vinto il titolo di Miss Sorriso, Miss Simpatia e chi più ne ha più ne metta!

Che cosa provi?
Tantissime sensazioni perché concorrere con tante ragazze italiane e non è stata una dura battaglia. Tutte le concorrenti erano davvero bellissime. Ammetto che essermi posizionata nuovamente sul podio e aver vinto delle fasce è stata una grande soddisfazione per me. Io sono diventata una ragazza trans da circa 1 anno e qualche mese, ho fatto un percorso diverso dal solito.

Quale è il tuo punto forte?
Quando scegli di fare dei concorsi devi essere completa. A parte la bellezza ci deve essere molto carisma e molto show, molto spettacolo, io su quel palco ho cercato, come a Napoli, di dare una bella immagine con il mio abito da sera, la mia estetica e il mio portamento.

Sei anche stata eletta Miss Trans Ragazza Immagine, quello fa parte della tua storia.
Si, vengo da un passato in cui, quando ero ancora uomo, lavoravo come drag queen trasformista. Ho fatto spettacoli per 15 anni portando a casa titoli molto importanti, come Miss Drag Queen Puglia e il terzo posto a Miss Drag Queen Italia nel 2008, oltre a altri concorsi. La qualità del sapere fare spettacolo mi è rimasta: a Miss Trans Europa ho lasciato tutti senza fiato con un abito da sogno a effetto sorpresa. A Miss Trans Estate invece, visto che c’era la regola di non indossare pietre preziose e paillettes, ho voluto stupire con 100 metri di tessuto di abito, ispirato alla collezione di Gianluigi Valli per H&M. Un abito pazzesco con una coda di 6 metri!

Raccontaci delle tue partecipazioni come ospite anche a altri concorsi, come Miss Donna Speciale.
Si, l’organizzatrice di Miss Trans Abruzzo, Giò Sensation, mi ha voluta come Presidente di Giuria al suo altro concorso Miss Donna Speciale e la ringrazio sentitamente e le mando un bacio. Ho fatto un ottima figura, sono stata molto apprezzata dal pubblico. Inoltre sono contenta di aver premiato la vincitrice, Sarah Avolio, perché è una ragazza davvero speciale, molto umile.

A Miss Trans Estate invece ho deciso all’ultimo e ho messo subito all’opera la mia sarta nonché migliore amica Angela Ferraioli. In sole 4 ore mi ha realizzato quel pazzesco abito di 100 metri di tessuto. Anzi, ne approfitto per ringraziarla. E niente, sono andata alle prove a Viareggio, c’è stato il concorso ed è stata una bellissima esperienza.

Sei davvero un mix tra bellezza, show, eleganza e ti auguriamo il meglio!
Ringrazio voi di Piccole Magazine, gli organizzatrice Stefania Zambrano, Sofia Mehiel, Giò Sensation, Micarla Jhonsom e spero di aver presto l’onore di conoscere la signora Pamela, organizzatrice del Miss Trans in Campania. Continuate a seguirmi sui social, un grande bacio e vi ricordo che…nella vita niente è dovuto!

Grazie Felisia Bulgari per essere stata con noi, a presto!