Felisia Bulgari è una favolosa ragazza transessuale di Bari che si è aggiudicata il terzo gradino del podio e la fascia di Miss Trans Ragazza Immagine 2019 al concorso di Miss Trans Europa 2019.
Ve la avevamo presentata in una precedente intervista: a 15 anni ha iniziato a travestirsi fino a diventare una drag queen di fama nazionale e “voice” molto richiesta nei club pugliesi e non solo. Un lungo percorso artistico e anche di trasformazione del corpo; come ci ricorda lei stessa: “sono passata da pesare 200 kg a 75 perdendo 125 kg, acquisendo un’accettazione sempre più convinta di chi volevo essere: una ragazza transessuale. FELISIA esiste da sempre e adesso più che mai, dopo tanta fatica sacrifici, sono ciò che sono”.

Intervista a Felisia Bulgari, 3° classificata a Miss Trans Europa 2019Ciao Felisia, congratulazioni per l’ottimo piazzamento. Sappiamo che non è stato facile per te arrivare a questo traguardo.
Ciao a tutti. In primis devo ringraziare la mia meravigliosa famiglia, che mi ha sempre sostenuta fin dall’inizio del mio percorso. Diventare ciò che sono oggi non è stato facile: ho iniziato con il mio lavoro di truccatrice ad affrontare le diverse spese di radicamento della chirurgia e della trasformazione. Sono passati tanti anni e ho dovuto lottare anche con l’ignoranza della gente che non accettava la mia scelta, ma niente e nessuno ha fermato il mio percorso.

Grazie alla tua determinazione sei diventata anche attivista LGBT*, giusto?
Si, sono un attivista nel mondo gay pugliese e italiano, partecipo ai Pride e alle manifestazioni perché è importante lottare per i nostri diritti. Il mio sogno continua e sopratutto prende sempre più forma.

Il tuo sogno si è in parte realizzato con la tua ottima esperienza al concorso.
Innanzitutto mi sto riprendendo e sto mettendo a fuoco solo ora del mio podio e del mio terzo posto. Devo dire che sono molto contenta e orgogliosa di aver portato a casa il terzo posto e soprattutto di aver portato in Puglia il podio poiché non me l’aspettavo assolutamente di ottenere un piazzamento simile.
L’esperienza è stata bellissima poiché è stato il primo concorso a cui ho partecipato e mi sono trovata veramente benissimo. La signora Stefania Zambrano mi ha fatta sentire a casa facendomi sempre sentire parte della famiglia.

Hai anche vinto la fascia ambita di Miss Trans Ragazza Immagine, soddisfatta?
Assolutamente sì poiché sono 17 anni che lavoro e mi esibisco su tutti i palcoscenici italiani e sapere di arrivare a 31 anni su un palcoscenico dove ci sono tantissime bellissime ragazze, riuscire a portare a casa la fascia di Miss Trans Ragazze Immagine mi fa capire che tutti i sacrifici fatti per diventare quella che sono sono stati premiati. Anche da chi mi ha visto soltanto per 4 ore in due giorni.

La concorrenza era agguerrita ma ti sei fatta valere. Ci sono colleghe con cui hai legato di più?
Sono contenta di aver fatto la conoscenza di tutto ciò che c’è dietro al concorso, dall’organizzazione alle presentatrici, ai fotografi, al Service ma soprattutto le ragazze. Tutte fantastiche e tutte con un cuore grande, pronte a mettersi in gioco e ad aiutarsi l’una con l’altra.
Ci sono state alcune concorrenti a cui mi sono legata tanto, tra cui Sarah Avolio, una donna dolcissima, alla bellissima Federica Abbate,  determinata con un gran cuore, alla splendida Luciana Palumbo, genuina, fresca e soprattutto umile. Ma tutte sono state meravigliose.

Indossavi un vestito meraviglioso, chi è lo stilista che lo ha realizzato?
La mia scelta degli abiti per il Miss Trans Europa è stata una scelta artistica, poiché volevo dimostrare che anche se non faccio più la drag queen porto in scena uno spettacolo. Il cambio di abito ha fatto sì che la giuria e il pubblico pur non conoscendomi, abbiano esultato con un boato di applausi e di urla! Il primo era un abito a sirena color crema tempestato di pietre paillettes e una coda di piume; il secondo era un abito della collezione Baci Stellari firmato Valeria Marini e acquistato in un negozio a Napoli che si chiama Nobildonna e che ha reso unico il mio defilè in passerella, accentuando i pregi del mio corpo.

Felisia BulgariIl palco si è infiammato anche con dibattiti accesi, specialmente nella prima serata. Quale è la tua posizione a riguardo?
Per quanto riguarda il dibattito che c’è stato la sera della prima selezione tra la signora Anna Brancati e Guendalina Rodriguez mi sono sentita molto toccata poiché penso che non sia giusto nei confronti di tutte le ragazze della comunità transessuale far passare un messaggio sbagliato. Ognuno è libero di fare quello che vuole nella vita ma parlare in maniera così superficiale e dare per scontato che una persona siccome è una trans debba per forza prostituirsi non è bello.
Il mio parere è che l’importante è portare rispetto, in primis per se stesse e poi per tutti quelli che ci sono intorno.

Hai dei ringraziamenti da fare?
I ringraziamenti non avrebbero fine poiché in questo mio percorso ho avuto l’appoggio di tantissime persone amiche: la mia migliore amica Nicolle, la mia amica artista Nikita Magno, la mia amica e assistente personale venuta direttamente da Roma a Napoli Valentina La Mura. Lei mi ha supportato e sopportato in tutto!
Ringrazio la signora Zambrano e tutta la sua splendida famiglia e staff per avermi accolto come una piccola figlia, la presentatrice Sofia La Papessa che mi ha fatto sentire una regina con la sua splendida presentazione e col suo cuore immenso mi ha trattato come una sorella.
Ringrazio la mia splendida famiglia: mia madre, i miei nonni per avermi sostenuta in questa scelta e soprattutto tutti i miei amici e amiche baresi e le organizzazioni “Adoro” e “Makumba” per avermi sostenuta a livello mediatico, esponendomi il loro orgoglio ed entusiasmo per la mia partecipazione alla finale.
Infine, grazie a tutto il pubblico presente che mi ha sostenuta con gli applausi e soprattutto alle mie amiche venute da Pescara per supportarmi, in particolare Pamela Viana!

Bene Felisia Bulgari, dopo tanto impegno, ora a che cosa ti dedicherai?
Diciamo che il mio progetto futuro sarebbe quello di fondare un’organizzazione e uno sportello dedicato alle trans qui al Sud, per tutelare e dare voce a chi che si sta affacciando nel mondo trans e non sanno come fare.
Spero che la presidentessa di ATN Napoli, Ileana Capurro, mi sia accanto per poter dare voce alle nuove ragazze che si stanno affacciando in questo mondo a livello lavorativo.
Presto sarò a Bologna dalla mia amica Sofia Mehiel, ospite in alcuni eventi e il 3 agosto sarò ospite e giurata di eccezione al concorso Miss Donna Speciale organizzato da Giò Sensation e Pamela Viana. Spero in ultimo di aver reso orgogliose tutte le persone che credono in me e di continuare a combattere per i miei diritti e per quelli come me perché la vita è una e va vissuta al meglio.
Un bacio dalla vostra Felisia Bulgari, terza classificata a Miss Trans Europa 2019!