David è un accompagnatore di classe e di alto livello, parla italiano, francese, inglese e tedesco ed è il tipo ideale per realizzare ogni fantasia, anche la più trasgressiva! Di base a Milano, David è molto sportivo: pratica sci nautico, sci sulla neve, palestra e nuoto e viaggia in tutta Italia ed all’estero. Curiosi di saperne di più?

Intervista a David, Boy a Milano: 'realizzo le tue fantasie!'Ciao David e grazie di questo incontro. Vorrei subito sapere una cosa, tu, oltre che accompagnatore professionista, fai anche il “ragazzo-vassoio”…ci vuoi spiegare meglio di cosa si tratta?
Ciao e grazie a te. Certo, in pratica si tratta di essere usato proprio come vassoio umano durante cene eleganti, di solito a base di sushi. La gente mangia direttamente sul mio corpo, coperto da foglie dove viene posto sopra il cibo. E’ una figata!

Sembra divertente!
Si, le cene naked-sushi sono molto richieste e mai volgari. Ultimamente, sempre più ristoranti alla moda le propongono ma non solo, è una cosa che si fa molto anche nelle limousine, ai compleanni, addii al nubilato o celibato o in feste in cui la monotonia è bandita, per una botta di vita!

Insomma, chi vuole passare una serata un po’ diversa sa che può chiamarti anche per questo! E del tuo lavoro di accompagnatore che ci racconti, invece?
Lo faccio da qualche anno e ho le mie soddisfazioni: con le persone stabilisco sempre un bel rapporto fatto di complicità e correttezza.
La cosa che mi da più soddisfazione è vedere l’appagamento di chi viene con me una volta che è finito l’incontro, siano donne, uomini e coppie…e sono attivo, tengo a precisarlo! (sorride)

Come mai hai deciso di diventare un accompagnatore di lusso?
Perché ci so fare con le persone e ho la cultura e le qualità per poter svolgere bene un ruolo di questo tipo. Serve raffinatezza, saper sostenere una conversazione, a nessuno piace aver a che fare con dei “bifolchi”, ammettiamolo.

David, ricordi la tua prima esperienza da gigolò? Eri emozionato?
E’ stata con una coppia, praticamente lui era più voyeur e io ho giocato con lei, poi ho fatto qualcosa anche con lui come mio schiavetto…conservo un bel ricordo. Finora di delusioni non ne ho avute, gli incontri sono sempre andati a buon fine in tutto e per tutto con soddisfazione reciproca.

Beh, inutile che te lo domando, mi pare proprio di capire che per te questo è un piacere.
Ovvio, se lo fai solo come lavoro sbagli completamente, è una cosa che deve venire da dentro. Comunque è importante mantenere sempre la propria sfera privata.

A proposito di questo, se hai una relazione, dici al partner che lavoro fai oppure no?
Certo che lo dico, non mi piace avere segreti, uno prende il pacchetto completo! Alla fine non c’è nulla di male, è un lavoro che c’è sempre stato e se continua ad esistere vuol dire che c’è richiesta.(sorride)

La richiesta che ti fanno più spesso?
Beh, la cosa predominante è il sesso, o comunque situazioni insolite per uscire dalla routine. Tanti amano fare giochi di ruolo, altri mi chiamano in un loro momento di carenza affettiva e cercano, giustamente, appagamento. Però sono molto richiesto anche come personal shopper e, come dicevamo prima, ragazzo per serate naked-sushi.

Ti sei mai innamorato di una cliente?
No, però io stabilisco spesso dei rapporti amichevoli e di questo sono orgoglioso.

Intervista a David, Boy a Milano: 'realizzo le tue fantasie!'C’è una sorta di fidelizzazione allora?
Si e per fortuna!

Come si svolge un incontro tipo con te?
Prima c’è il contatto telefonico con numero visibile, poi ci si accorda per vedersi, si scambiano quattro chiacchiere e si inizia l’incontro. Non ho mai lo sguardo fisso sulle lancette, non faccio mai meno di quello stabilito a livello di tempo. Sono molto rispettoso sulle tempistiche…a differenza di colleghi o colleghe che hanno avuto rimproveri su questo, scrivilo pure!

C’è qualche episodio che ricordi particolarmente volentieri?
Ricordo quando a Cerro Maggiore, un ristorante piuttosto rinomato organizzava cene nudiste. Ero andato lì con una donna della Milano-bene e fu una serata bellissima. Purtroppo, adesso non esiste più.

Colpa della crisi?
La crisi ha sicuramente colpito anche il settore del sesso; per dire, molte colleghi e colleghe si spostano in tour, ma io preferisco impegnarmi solo in week end e viaggi già confermati e pagati in anticipo.

Grazie David. Per concludere, che consiglio daresti a chi vuole intraprendere la tua stessa carriera?
Il discorso è farlo sempre per piacere e soprattutto…devi essere capace di far l’amore altrimenti la gente non ti chiama più. Devi essere attento all’igiene e curare la tua cultura, essere una persona interessante. Sembrano cose scontate ma così non è!