Sabato 22 Giugno si è svolta la Mediterranean Pride of Naples, la parata per la rivendicazione dei diritti civili della comunità LGBTQ* che si colloca nella rete dell’Onda Pride nazionale del mese di Giugno, con cui si rievocano i leggendari moti di Stonewall del 1969 che diedero il via al movimento. Oggi vi presentiamo Cha Chy Boom Boom, una delle favolose drag queen che hanno animato il carro del DejaVù.

Intervista a Cha Chy Boom Boom, drag che ha animato il Napoli PrideCiao Cha Chy Boom Boom, raccontaci di te!
Ciao a tutti, mi chiamo Edmondo Giannatiempo e in arte sono Cha Chy Boom Boom! Lavoro come parrucchiere e visagista ormai da un bel po’ e attualmente abito nella provincia di Napoli.

Come è nato il tuo personaggio?
Poco tempo fa a dire il vero! (sorride). All’improvviso, davanti ad un caffè con la mia collega Divinity, proprio lei mi propose di partecipare ad un concorso che si faceva a breve, cioè Drag Factor. E mi sono classificata prima in tutta la Campania!

Beh, congratulazioni. Che rapporto hai con Atomika e Divinity?
Ci lega il fatto che principalmente siamo amici (sorride).

Il 22 Giugno hai sfilato al Pride, come è andata?
Benissimo, come sempre la gente ha risposto numerosissima, è stata un’emozione incredibile sfilare e poter manifestare con orgoglio e gioia per i nostri diritti. La giornata è poi terminata in disco nel parco giochi Edenlandia!

Cosa significa per te il Gay Pride? Oggi è ancora importante partecipare?
Per me è la manifestazione in cui rivendichiamo i nostri diritti in maniera civile. Comunque sia, per me è importante sempre partecipare per dare grido a ciò che ci spetta in maniera normalissima, come per tutti gli esseri umani.

Hai partecipato anche ad altri Gay Pride?
Si si, quest’anno mi sono limitata a quello di Napoli, ma gli scorsi anni ne ho girati diversi.

Come valuti la situazione italiana a proposito dei diritti per le persone LGBT*?
E’ vero che noi in Italia stiamo un po’ arretrati rispetto all’estero per i diritti Lgbt* però è anche vero che rispetto gli anni 80/90 passi in avanti ne sono stati fatti, con la speranza che si andrà sempre in meglio, ovvio!

Grazie Cha Chy Boom Boom, vuoi aggiungere qualcosa in conclusione?
Spero che un giorno ricaveremo qualcosa di positivo per tutta la comunità arcobaleno e che non esista più discriminazione e sopratutto omofobia. Ho la speranza che un giorno verremo accettati come persone ed esseri umani con un cuore, a prescindere del nostro orientamento sessuale.

Intervista a Cha Chy Boom Boom, drag che ha animato il Napoli Pride

Condividi