Trans News cultura

Indagine sulla morte di Nex Benedict dello studente non binario in Oklahoma

Share:

Il Dipartimento dell’Istruzione degli Stati Uniti venerdì scorso ha comunicato di aver aperto un’indagine sui fatti accaduti in Oklahoma, fatti in cui lo studente non binario Nex Benedict ha perso la vita a causa di un’aggressione nel bagno della scuola. L’aggressione era avvenuta a opera di alcune studentesse dopo un alterco per futili motivi ma che nasconde un certo grado di trans e omofobia presente nello stato e che le sue leggi tutelano. Il dipartimento dell’Istruzione rende noto che la scuola, la Owasso High School, non ha adeguatamente risposto alle segnalazioni di molestie subite dal ragazzo in totale violazione della legge federale e in particolare il titolo IX. L’indagine è partita dopo una denuncia presentata dalla Human Rights Campaign, un gruppo di difesa LGBTQ+.

La morte di Nex che frequentava il secondo anno della Owasso High School, genere non binario, ha attirato l’attenzione nazionale dopo che i gruppi per i diritti dei gay e transgender hanno segnalato che Nix era stato più volte vittima di bullismo a scuola a causa della sua identità di genere. Come già riferito, lo studente ha parlato con un agente di polizia durante il suo ricovero all’ospedale locale e, secondo un video dell’intervista rilasciata dal dipartimento di polizia di Owasso, ha descritto di aver versato acqua su tre ragazze che avevano preso in giro il ragazzo e i suoi amici il modo in cui si vestivano e di essere stato dissuaso dall’agente dallo sporgere denuncia. Le ragazze l’hanno poi aggredito e picchiato e fatto battere la testa, evento cardine per la morte del giovane.

La causa della morte di Nex rimane sotto inchiesta da parte del medico legale di stato. Il dipartimento di polizia ha però dichiarato che la morte non è stata dovuta a un trauma, ma non ha spiegato di più. La morte di Nex ha portato però una certa attenzione sulle leggi e le politiche restrittive dell’Oklahoma per gli studenti di LGBTQ e al bullismo che i familiari e gli amici di Nix raccontano abbia subito durante la permanenza a scuola.

Il distretto scolastico ha dichiarato di essere “impegnato a collaborare con i funzionari federali” e che “crede che la denuncia presentata da Human Rights Campaign non sia supportata dai fatti e non abbia titolo di esistere”. Kelley Robinson, presidente di H.R.C. ha dichiarato: “Abbiamo bisogno delle istituzioni scolastiche per agire con urgenza in modo che ci possa essere giustizia per Nex, e che tutti gli studenti della Owasso High School e di ogni scuola dell’Oklahoma possano essere al sicuro da bullismo, molestie e discriminazione”.

Durante una veglia per Nex avvenuta nei giorni scorsi, Robin Ingersoll, amico di Nex e come lui al secondo anno della Owasso High School, ha detto che Nex si era apertamente identificato come transgender e che gli studenti  LGBTQ avevano lottato per ottenere accettazione nel loro angolo dell’Oklahoma: “Alla Owasso High Scool, la situazione va ben oltre il bullismo. Potremmo tutti imparare a essere più inclusivi e accettare gli altri; cercare di essere migliori, perché fatti come questi non possano accadere di nuovo. Potremmo crescere tutti per Nex”.

FONTE IMMAGINE: https://news.yahoo.com/news/feds-open-discrimination-probe-nex-222550182.html?guccounter=1&guce_referrer=aHR0cHM6Ly93d3cuZ29vZ2xlLmNvbS8&guce_referrer_sig=AQAAABEpyWMx4TAf__hO_DaZ0p9U9TanA_4K4QY5sZ5753afx06Go3oYABB3jFXfBM8twOEM3U_ybpyB5tu8RKVTgEjMtYdKzKnPiax-XVfNQmzLyCljX-FP_dixJEWYlHVTAO2wM9MzjlveVjX0U4j0LkVPbTV00zCdsmPSz-Y2Iv2D

NUMA