Nei miei 31 anni di vita ho avuto modo di vivere diverse esperienze sessuali. La maggior parte di esse posso davvero dire che mi hanno entusiasmato alla grande.
Ciò che ha caratterizzato la mia vita sessuale è stato il fatto che ho sempre saputo dare ad ogni avventura la mia impronta. Ho sempre personalizzato ogni cosa che facevo, così niente poteva risultare monotono.

I miei partner sessuali infatti non si sono mai lamentati. Anzi mi hanno sempre definito molto fantasiosa ed assai disinibita in tale ambito. Oltre a ciò devo aggiungere che la mia passione per i film porno mi ha portato ad aumentare la mia voglia di provare una trans. Così sotto consiglio di un amica che ha provato anche lei tale esperienza, mi sono fatta suggerire come conoscerle. Lei mi ha dato lo stesso sito web che ha utilizzato lei e dopo aver superato la fase d’iscrizione, ho passato in rassegna diversi profili. Finchè non ho trovato quelli che più facevano al caso mio.
Cercavo infatti una trans che aveva più o meno i miei stessi lineamenti e che avesse una buona esperienza nel fare sesso con donne. Dopo pochi tentativi, sono riuscita a conoscere Lucrezia.

Una trans di 29 anni che era natia di Potenza ma che viveva a Bari, molto vicino a dove abito io. Così abbiamo iniziato a parlare e le ho spiegato bene cosa cercassi. Lei si è mostrata subito disponibile e mi ha detto che quando volevo potevo tranquillamente informarla e ci saremmo visti senza problemi. Così dopo che sono tornata da una settimana di lavoro in trasferta le ho detto che potevamo vederci, nel frattempo però durante quella settimana ci siamo continuate a sentire.

Ogni giorno le nostre conversazioni sono divenute più hot. Consapevoli che all’incontro ci saremmo saltate direttamente addosso, saltando tutti i convenevoli. La voglia l’una dell’altra era salita parecchio. Il giorno stabilito dell’incontro, ci siamo dirette verso un albergo che conoscevamo entrambe. Io sono arrivata per prima e l’ho aspettata per pochi minuti. Quando l’ho vista scendere dalla macchina, ho notato che aveva tagliato di poco i capelli ma che rendeva molto meglio delle foto. Infatti come si è avvicinata a me è stata la prima cosa che le ho detto.

Lei mi ha baciato subito dicendomi poi dopo che questo era il suo modo per dire grazie. Mi ha detto che l’attesa che le ha messo una gran voglia di fare sesso insieme.
Siamo così entrate nella struttura e ci siamo dirette in stanza. Dopo aver chiuso la porta, non abbiamo aspettato nemmeno un minuto per denudarci. Durante i baci, ci spogliavamo a vicenda così prima di gettarci sul letto eravamo già in intimo.
Anzi a dire il vero lo ero io, visto che lei mi aveva sorpreso facendosi trovare già senza. Sotto al vestitino che indossava infatti, aveva omesso la biancheria lasciandola in auto prima di scendere.

Avevo già capito che mi sarei goduta alla grande quelle ore. Si vedeva che sapeva farci e così mi sono lasciata andare del tutto. Ogni suo bacio e movimento delle sue mani, sul mio corpo era un intenso brivido di piacere.
Una volta sul letto poi mi ha tolto l’intimo ed ha iniziato a leccarmi ovunque. Sentivo crescere dentro di me la voglia di sesso che si faceva sempre più spazio. Ero felice di aver fatto la scelta di togliermi lo sfizio di fare sesso con una trans. Mi stava infatti regalando delle belle emozioni. Più la guardavo e più capivo che anche lei non aspettava altro che possedermi.

Quando poi mi ha infilato la lingua tra le gambe, mi sono dovuta trattenere dal non venire. Sapeva benissimo che punti toccare e come farlo. Le sue dita poi accarezzavano i miei capezzoli e tutto ciò aumentava il mio piacere.
In pochi secondi poi ha tolto la lingua per fare prima spazio ad una sua mano e poi al suo membro molto duro, è stata un’esplosione di piacere per me. Avevo dentro di me la sua parte maschile ma potevo allo stesso tempo leccare il suo seno e farmi stuzzicare il mio in maniera perfetta. Stava riuscendo meglio di molti altri uomini con cui ho avuto a che fare.

Lucrezia continuava a sbattermi chiamandomi in alcuni modi che mi mandavano in delirio. Io le dicevo di continuare sia con le parole che con le spinte che mi dava. Non volevo finire più di vivere quel momento. Ogni secondo che passava, lo sentivo sempre più intensamente, merito anche del suo membro che mi riempiva di piacere e godimento.
Abbiamo iniziato a dare vita a più posizione e così entrambe abbiamo potuto constatare quanto porcelline potevamo essere a letto. Ciò ci ha portato ovviamente a diventare ancora più audaci.

Posizioni standard si alternavano ad altre molto meno utilizzate e scoprirne di nuove, aumentava ancor più il nostro appagamento fisico. Il completamento di tutto questo momento sarebbe stato poi raggiunto dall’orgasmo, così dopo diversi minuti, entrambe ci stavamo arrivando.
A fare da sfondo ad una situazione così coinvolgente c’erano proprio i nostri mugolii di piacere. Mi piaceva troppo come lei si avvicinava all’orgasmo, emetteva dei suoi che mi eccitavano un casino.

Quando poi entrambe lo abbiamo raggiunto ci siamo distese sul letto ed abbiamo detto insieme la parola Wow. Questo ci ha fatto sorridere e darci ancora un altro numero imprecisato di baci, tra passionali e focosi.
Ci siamo ripromesse di rivederci ancora e di dare vita a nuovi scenari ancora più intensi di quello appena vissuto. Volevamo rendere il tutto più piccante magari facendolo in posti meno sicuri dal punto di vista delle persone che potrebbero circondarci. Entrambe avevamo trovato una compagna di giochi sessuali perfetta per trasgredire e godere a più non posso.

Ti è piaciuto Il Bacio? Leggi tanti altri racconti e tante esperienze personali nella nostra rubrica Storie Erotiche.