Trans News cultura

I gemelli siamesi Schappell sono morti: uno di loro fece coming out come trans

Share:

I gemelli siamesi uniti per il cranio George e Lori Schappell sono morti il 7 aprile a 62 anni. Nati a Reading in Pennsylvania il 18 settembre del 1961, ai gemelli venne pronosticato che non avrebbero superato i trent’anni di vita, ma smentirono abbondantemente le previsioni.

I gemelli erano uniti con la fronte rivolta in direzioni opposte e non erano in grado di vedersi. A quel tempo gli interventi chirurgici per separare gemelli siamesi non erano ancora possibili ma non hanno mai voluto separarsi. “Non credo nella separazione” aveva dichiarato Lori Schappell nel 2002. Condividevano i vasi sanguigni vitali e il 30% del cervello. Avevano una delle forme più rare di gemellaggio siamese, che si presente solo nel 2-6% dei casi.

Nate Lori e Dori Schappell, trascorsero i primi 24 anni della loro vita in un istituto di Reading, in Pennsylvania. Le condizioni fisiche di George (all’epoca ancora Dori, poi adottò il nome d’arte di RebaSchappell), soffriva di spina bifida e che usava una sedia a rotelle per muoversi, richiesero particolari cure e il tribunale prese la decisione di affidarle a un istituto anziché ai genitori. A quel tempo non esistevano molte strutture in grado di gestire situazioni di questo tipo.  Nel 2006 Dori (nota artisticamente con il nome di Reba) fu battezzata e l’anno dopo decise di riconoscere apertamente che aveva, fin dall’infanzia, sofferto di un disturbo dell’identità di genere e che si identificava come maschio, assumendo il nome di George.

“Fin dalla tenera età, ero consapevole della mia reale identità di genere. Prediligevo i giochi tipicamente associati ai ragazzi, come i treni, e provavo un forte disagio per i vestiti femminili. Per anni, ho nascosto la mia identità, perfino a mia sorella Lori” aveva dichiarato Dori.

I due abitavano in un appartamento con due camere da letto, mantenendo ognuno un proprio spazio personale e rispettando la privacy in termini di impegni lavorativi, tempo libero e relazioni sociali. Seppure uniti nella vita si occupavano di cose diverse: George progettò varie attrezzature di supporto per le persone portatrici di handicap e prima del cambio di sesso ebbe una ricca carriera come cantante country, esibendosi a negli Stati Uniti, Germania e Giappone e che gli fece vincere nel 1997 un L.A. Music Award per la miglior musica d’autore. Lori supportava George, lavorò in una lavanderia poi in ospedale.

“Siamo molto felici” aveva dichiarato Lori in un’intervista “Tutto si riduce al compromesso”.

George possedeva numerosi animali domestici, Lori ebbe vari fidanzati e fu sul punto di sposarsi, ma perse il suo compagno in un incidente automobilistico.

Diventarono famosi in tutto il mondo grazie attraverso numerose partecipazioni televisive e talk show, due documentari che raccontavano la loro vita e un cameo nella serie Nip/Tuck in cui recitarono impersonando i gemelli siamesi Rose e Raven Rosenberg.

Prima che George Schappell facesse coming out come persona transgender, i due detenevano anche il record di gemelle siamesi più anziane di sempre. Poi diventarono la prima coppia di gemelli siamesi dello stesso sesso a identificarsi come generi diversi, come riporta Usa Today.

FONT IMMAGINE: https://www.gay.it/george-lori-schappel-gemelli-siamesi-morte