H.E.R., violinista e cantautrice transgender, lancia un nuovo singolo Costume & società Cronaca

H.E.R., violinista e cantautrice transgender, lancia un nuovo singolo

Share:

H.E.R., violinista e cantautrice transgender, lancia un nuovo singoloImpegnata da sempre in forme d’espressione artistica innovativa, Erma Pia Castriota, in arte H.E.R., continua la sua battaglia per mettere in discussione ogni forma di stigma. Violinista e artista transgender, dopo tanti successi teatrali e la partecipazione a diversi concorsi musicali, lancia il suo nuovo singolo. Si intitola ‘Il mondo non cambia mai‘ e il suo ritorno è per lanciare un messaggio forte contro ogni discriminazione.Tornare con questo singolo per me è importante. È l’ennesima conferma che sono sulla strada giusta. È un grande riconoscimento“, ha dichiarato alla 23esima edizione del Premio Amnesty International. Al concorso ha partecipato e ha vinto nella sezione Emergenti, proprio con questo nuovo brano.

Inoltre, dopo questo riconoscimento, ha voluto fare una dedica importante: “Il premio lo dedico a Patrick Zaki. Per chi non lo conoscesse è un’attivista per i diritti umani in carcere in Egitto. È venuto a Bologna a studiare e ha appoggiato la questione dei diritti civili. Ha aderito da bravo studente a certe tematiche e l’ha pagata. È ancora in carcere. L’Egitto non sta dando una risposta efficace e questo è terribile. Le carceri egiziane non sono una passeggiata, del resto tutte le carceri sono terribili.

Parlando del suo ultimo singolo, la cantautrice, che ha cambiato sesso meno di vent’anni fa, ha detto: “il mondo non cambia mai se tu non cambi. Soprattutto se non hai la capacità di accogliere gli altri. Ho voluto lanciare un messaggio di inclusività. Si tratta di una posizione contro questi ‘slogan’ di separazione. Tratto poi la mia esperienza personale visto che sono passata da un sesso all’altro.” Ha poi proseguito ricordando che “sono l’unica cantautrice italiana ad aver fatto cambio totale di genere nel 2004. Ora tornare a cantare per me è l’ennesima conferma. È un grande riconoscimento per me“.

H.E.R., violinista e cantautrice transgender, lancia un nuovo singoloFamosa per le sue collaborazioni con grandi artisti come Franco Battiato, Lucio Dalla e Teresa De Sio, ha poi parlato dei suoi inizi. “Nel mio vissuto non ho mai vissuto grandi episodi di discriminazione, tranne all’inizio. Ero ‘gender fluid‘ poi ho fatto una scelta. Non voglio dimenticare il sostegno della comunità LGBT+, che mi è stata vicina in tutto il mio percorso e ancora oggi mi sostiene. Bisogna prendere posizioni precise nella vita, come per le leggi a favore della libertà di essere. Il pericolo è sempre dietro la porta. Ci sono infatti posizioni politiche che vogliono legittimare l’omotransfobia. Vent’anni fa ero un ragazzo e non mi sono mai sentita tale. Ho trovato un muro di gomma.

Ricorda poi il periodo in cui ha dato il meglio nell’edizione del Premio Recanati, che “doveva essere il passaggio a Sanremo. Questi però dissero ai miei discografici che ero improponibile.

Ora però, per fortuna, ci sono artisti come Achille Lauro che ammiccano esteticamente al mondo LGBT+. Ognuno è libero di fare quello che vuole nella propria vita. È importante però che certi argomenti vengano sdoganati, anche con un glamour superficiale dei ragazzi. Dopo 20 anni, per me è molto importante partecipare a parterre come Musicultura e Amnesty. È importante poter esercitare il proprio ruolo senza pregiudizi“. Infine lancia un messaggio a chi si oppone alla comunità LGBT+Vi dedico il mio brano. Il razzismo non va sdoganato. Il respingimento non è a favore della gente. La gente cresce con il confronto, con l’accoglienza

Insomma si tratta sicuramente di più di una semplice vittoria e, condividendo i suoi pensieri, le facciamo le nostre congratulazioni!

Segui i nostri hashtag:

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam