'Gamberetti per tutti': una commedia gay senza tabù Costume & società

‘Gamberetti per tutti’: una commedia gay senza tabù

Share:

'Gamberetti per tutti': una commedia gay senza tabùPalombella rosa con paillettes. Dopo quella rossa, di trent’anni fa, di Nanni Moretti, a scendere in campo, o meglio in piscina, questa volta è una squadra di pallanuotisti gay molto pittoresca. Pronti a sfidare i pregiudizi e i tabù più privati e meno politici, questi sette uomini compongono “I Gamberetti Scintillanti“. Non necessariamente atletici, sono uniti dalla voglia di abbattere i pregiudizi all’insegna di una gayezza libera e gioiosa.

Firmata dal regista Cédric Le Gallo, questa commedia è ispirata da una storia vera. Eh si perchè I Gamberetti esistono davvero: sono infatti una squadra gay di pallanuoto francese, e il regista gioca con loro da nove anni. Ed è proprio lui a parlarne e dice che “sono diventati la mia seconda famiglia. Tutto nasce da qui, da un gruppo di amici che, gara dopo gara, si ritrovano sempre più uniti. Anche perché l’obiettivo non è vincere ma giocare e divertirsi. Dando ovviamente risalto ai costumi, alle coreografie e al senso di festa!”

La commedia acquatica è simpaticamente stravagante e politicamente corretta ma ha portato scompiglio nel mondo macho dello sport. “Dove l’omosessualità è non solo esiste ma è diffusa, spesso occultata sotto una virilità di facciata” assicura Cèdric La Gallo stesso. Anche la platea, all’uscita del film in Francia, si è divisa tra scandalizzati e divertiti. Ma scopriamo un pò la trama…

Quando nel film si vedono scendere in piscina, tutti in fila ordinata, i giubbotti di satin azzurro con il gamberetto rosa ricamato sulla schiena, gli slip succinti, le movenze allusive e si sente il loro grido di battaglia, il rimando è a una Esther Williams versione queer. Lo spettacolo fa strabuzzare gli occhi del campione di nuoto reo di dichiarazioni omofobe e per questo condannato dalla Federazione sportiva ad allenare la squadra.

I Gay Games sono alle porte e i ragazzi vogliono partecipare, quindi, con il nuovo allenatore, accettano la sfida e partono per la Croazia. Questo viaggio farà scoprire loro mondi e valori diversi e manderà in frantumi molte certezze. Da una parte e dell’altra…perché anche i gay hanno i loro preconcetti!

Ma non vogliamo svelarvi altro…Correte a veder, è appena uscito nei cinema!

Segui i nostri hashtag:

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam