Fronte Liberazione Gay: la festa dei 50 anni a Londra con i veterani! Costume & società Cronaca

Fronte Liberazione Gay: la festa dei 50 anni a Londra con i veterani!

Share:

Fronte Liberazione Gay: la festa dei 50 anni a Londra con i veterani!Sono state tante le manifestazioni annullate a causa dell’emergenza COVID-19, ma quest’anno era un anno davvero importante per tantissime associazioni. Ricorreva infatti il 50esimo anniversario del primo Gay Pride e quindi anche quello di tutte le associazioni nate in quell’anno. Era passato un anno dai Moti di Stonewall e diversi gruppi di liberazione LGBT+ avevano preso vita. Il primo di questi fu fondato nel 1969 a New York da Craig Rodwell e Brenda Howardnel subito dopo la rivolta dello Stonewall Inn. Una delle prime azioni del Gay Liberation Front (Fronte di Liberazione Gay tradotto) fu appunto la prima marcia per le vie della città, il primo Gay Pride.

Seguirono poi tantissime altre manifestazioni e la nascita di tantissime associazioni. Quella di Londra ad esempio fu creata nel 1970 e con una mini manifestazione hanno celebrato i 50 anni in questi giorni. 12 attivisti di quegli anni hanno manifestato in totale sicurezza per le strade di Londra sventolando la bandiera arcobaleno.

Fronte Liberazione Gay: la festa dei 50 anni a Londra con i veterani!Non solo ricordi di lotte e di amici ma anche richieste al Governo britannico. È stata colta l’occasione infatti per lanciare 5 richieste:

1. Stop alla detenzione e alla deportazione dei richiedenti asilo politico LGBT+

2. Libertà di scelta del proprio genere per tutti i cittadini britannici. (Ad oggi purtroppo la decisione spetta ai medici e allo Stato)

3. Insegnamento obbligatorio nelle scuole delle tematiche LGBT+. (La Scozia ha già inserito lezioni specifiche nei programmi scolastici)

4. Meno influenza delle religioni sulle questioni LGBT+

5. Solidarietà al movimento Black Live Metter e alle persone di colore LGBT+ di tutto il mondo.

Nel corso degli anni molti dei fondatori del Fronte di Liberazione Gay sono deceduti ma quelli ancora in vita erano appunto presenti alla manifestazione. Con loro c’erano 40 sostenitori e insieme hanno dimostrato che è una rivoluzione ancora attiva dopo 50 anni!

Segui i nostri hashtag:

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam