Costume & società Gay / Lesbo Trans Bisex Etero Altro... News cultura

FORSE NON SAI CHE C’È MOLTO DI PIÙ DI HOMO, BI, ETERO…

Share:

Qualcuno avrà sentito risuonare definizioni strane, magari nelle dichiarazioni di cantanti, attori, artisti, oppure ne ha letto da qualche parte. Pare, come per ogni moda, che esistano vari identità sessuali e romantiche oltre gli orientamenti più comunemente conosciuti come gli ormai tradizionalissimi eterosessuale e cis, omo e bisessuale. In effetti, alcune persone potrebbero anche non sapere che una persona può essere romanticamente, così come sessualmente, orientata.

Secondo il sito Asexuality.org, l’attrazione romantica “è una risposta emotiva che la maggior parte delle persone spesso sente che si traduce in un desiderio di una relazione romantica con la persona verso cui si sente l’attrazione. Molte persone asessuali sperimentano attrazione romantica anche se non provano attrazione sessuale”. Inoltre “è comune trovare combinazioni miste di orientamenti romantici e sessuali” nella comunità asessuata.

“Molte persone asessuali sentono di non essere all’altezza delle aspettative dei loro amici, della famiglia e della società, e sono estremamente sollevate nel scoprire che non sono sole”, ha evidenziato Michael,  membro del team affiliato all’Asexual Visibility & Education Network (AVEN) che lavora per informare le persone sulla sessualità e le identità che possono cadere sotto l’ombrello di asessualità. In altre parole, per sentirci “protetti” spesso abbiamo bisogno di ricadere dentro una classificiazione.

Alcuni giornali americani hanno stilato un piccolo elenco con i termini relativi alle identità sessuali e romantiche che stanno iniziando a farsi spazio sui media e nelle case, anche se siamo ancora lontani da una diffusione nella cultura di massa.

Asessuale: è “una persona non sperimenta attrazione sessuale”.  Il sito citato osserva anche che questo tipo di persone possono considerare le altre persone esteticamente attraenti senza provare attrazione sessuale nei loro confronti. Alcune di loro sperimentano anche il desiderio di essere affettuosi con altre persone, senza che ci sia desiderio sessuale.

Aromantico: c è una persona che sperimenta poca o nessuna attrazione romantica per gli altri.  Non mancano la connessione emotiva e personale, ma semplicemente gli aromantici non hanno bisogno istintivo di sviluppare connessioni di natura romantica. Certo la persona aromantica può necessitare di  empatia quanto i romantici, ma in genere queste necessità vengono soddisfatte in modo platonico. Essere aromantico è considerato innato e non una scelta personale, nello stesso modo in cui l’asessualità è considerata innata.

Graysexual: persona che sta sempre a metà senza mai scegliere, tra le mille sfumature di una grigia ambiguità: è qualcosa di più fluido tra sessualità e asessualità. I grigiossessuali si potrebbero identificare come gay o etero o qualsiasi altra identità sessuale all’interno o all’esterno del binario e cambiare spesso.

Demisexual: è qualcuno che in genere non sente attrazione sessuale a meno che non abbia già formato un forte legame emotivo con la persona. Asexualityarchive.com osserva anche che “il legame può o non può essere di natura romantica”.

Demiromantic: persone simili ai demisexual: non provano attrazione romantica a meno che non abbiano già formato un forte legame emotivo con la persona.

Lithromantic: è una persona che sperimenta l’amore romantico ma non vuole che i sentimenti siano ricambiati, in altre parole: desidera innamorarsi di qualcuno, ma se quel qualcuno ricambia il lithromantico perde interesse.

Pansexual: sempre più diffuso, è pansessuale colui che sente di essere sessualmente / emotivamente / spiritualmente capace di innamorarsi di tutti i generi.

Polisexual: in qualche misura simile alla precedente, anche se una persona polisessuale può essere attratta da alcune persone di un certo genere, ma non avere la capacità o il desiderio di stare con persone di altri.

Panromantico: le persona panromantica è attratta dagli altri ma non è limitata dal sesso o dal genere dell’altro. Simile al biromantico. Il panromantico tende a sentire che il genere del partner non è influente per definire la loro relazione. Cercano relazioni romantiche per una serie di motivi tra cui compagnia, affetto e intimità, ma non sono sessualmente attratti dai loro partner romantici.

Skoliosexual: è una persona che prova attrazione per chiunque si identifichi in un genere non binario (dove per binario si intende la tradizionale distinzione in maschi e femmine) o per coloro che non si identificano come cisgender. Attratto sia dalle donne che dagli uomini, non è bisessuale perchè per lui non esiste il sesso femminile e maschile, ogni sesso è neutro. È un termine inclusivo. Solo per fare un esempio, ricadono in questa categoria anche i trans che sono attratti da altri trans.

Queerplatonic: le persone che vivono una relazione di questo tipo, sa che non sono romantiche in natura, ma implicano connessioni emotive molto strette che sono spesso più profonde o più intense di quella che è tradizionalmente considerata amicizia.

Zucchina: qui il sorriso spunta subito, ma chiunque sia coinvolto in una relazione queerplatonica ha prima o poi, allo step successivo, sentito la definizione.

Come vedete ce n’è per tutti i tipi e potrebbero arrivare molte novità.

FONTE IMMAGINE: https://lanuovabq.it/it/skoliosexual-chi-e

NUMA