Lunghi capelli castani, fisico perfetto e curatissimo, dolce e simpatica: vi presentiamo Elisabetta Grimaldi, affascinante trans colombiana, la compagnia ideale per uomini di classe e di buon gusto.


Ciao Elisabetta Grimaldi, raccontaci chi sei.
Ciao a voi. Vengo dal Sud America, precisamente dalla Colombia e sono del segno della bilancia. Sono in Italia da 10 anni e vivo a Milano ma mi sposto frequentemente in giro per la Penisola.

Che cosa ti piace fare nel tempo libero?
Amo leggere, specialmente i romanzi di narrativa, faccio sport e soprattutto, mi piace viaggiare. Sono stata a Cuba, in Francia, in Spagna, Portogallo, Olanda, Repubblica Ceca…ma è il mio ultimo viaggio in Thailandia, ad essere stato una vera scoperta.

Come mai?
Per il modo in cui vive la gente e per il rispetto che porta per le persone transex, senza pregiudizi o farsi problemi, ognuno per la sua strada. Hanno una mentalità molto aperta, cosa che purtroppo non posso dire altrettanto dell’Italia: qui si vive bene ma le persone non fanno le cose per paura del giudizio degli altri, in tanti vogliono apparire per quello che non sono. In Thailandia, invece, ognuno vive la sua vita normalmente.

Non manchi di schiettezza!
(ride) Si, io sono una persona diretta, senza peli sulla lingua, non m piace prendere in giro nessuno. Poi è una caratteristica che ad alcuni piace e ad altri no.

Tu come mai hai deciso di venire a vivere in Italia?
Perchè ho origini sarde ed ero venuta qui per studiare. Ho lavorato anche come truccatrice ma poi, quando ho iniziato il mio percorso di transizione, ho subito un po’ di “mobbing” sul lavoro, mi facevano pesare la mia condizione di transessuale e allora ho cambiato.

E’ stato difficile il tuo percorso di transizione?
Beh, diciamo che l’ho intrapreso senza il sostegno di nessuno. Ho fatto le visite endocrinologhe da sola e la mia famiglia l’ha saputo solo più avanti del mio cambiamento. Ma mi accettano, per fortuna!

Tu sei un’accompagnatrice, ci parli un po’ del tuo lavoro?
Certo. Principalmente mi chiamano come “compagnia” appunto per viaggi, cene o incontri di lavoro. Grazie alla mia bella presenza e alla mia educazione e cultura sono piuttosto richiesta. E’ una professione impegnativa, bisogna essere un po’ psicologhe perchè spesso chi ti contatta cerca una sorta di amica con cui sfogarsi e parlare.


Hai persone fidelizzate?
Si. Principalmente mi contattano uomini e con alcuni di loro ho instaurato un’amicizia affettuosa, nel corso del tempo.

Hai un sogno nel cassetto da realizzare?
(sospira) Mi piacerebbe tanto condurre un programma in televisione per bambini, che sia allo stesso tempo istruttivo e creativo. Ma so che è molto difficile da realizzare.

Noi ti auguriamo di riuscirci! Grazie Elisabetta Grimaldi, a presto!
Grazie. Vorrei aggiungere solo un’ultima cosa, per tutte le ragazze che iniziano il percorso di transizione: “non guardatevi mai alle spalle, andate avanti senza curarvi dei pregiudizi e seguite sempre la vostra felicità!”.

Concordiamo con te Elisabetta Grimaldi!