Marco Prati, in arte conosciuto come “Dj Mr Brenno” e anche come “Dj French Kiss”, è un Dj romagnolo che ha iniziato la sua attività a Bologna nel 2007, divenuta sua attuale residenza.
Estimatore ed appassionato di dischi in vinile, si è fatto notare nelle vesti di Mr Brenno grazie alle sue divertentissime esibizioni e alla selezione musicale, in buona parte dedicata alla musica revival italiana e internazionale anni ’70, ’80 e ’90, alla disco music, al pop, al rock, all’Italo-disco, al folk e alla musica trash e demenziale. Una parabola alternativa di musiche “di serie B”, dimenticate e singolari, geniali e ironiche dell’italica penisola dal dopoguerra ad oggi.
Già dj residente a serate cult come Un Sabato da Leoni (presso il Kindergarten – Bo), Fake (privè della serata Dok, al locale Numa Club – Bo), Bring Back My 90s (prsso il locale Milennium – Bo) e tante altre, collabora con diversi club e discoteche del nord e centro Italia e i suoi dj set si contraddistinguono sempre per i divertenti e rocamboleschi travestimenti e per l’audace selezione musicale. Oggi, è considerato un punto di riferimento dell’Happy Music (musica felice) e della musica demenziale italiana. Attualmente è dj ed organizzatore per la serata “Disco Benéssum” al locale Arteria di Bologna e dj per “In Nome del Pop Italiano” che si svolge al Cassero a Bologna.

Ciao Marco, è un piacere. Allora, dimmi un po’…come ti definiresti?
Sono un “cretino” a cui piace fare il “cretino”. Il nome Brenno nasce su ispirazione di un episodio del film di “Attila Flagello di Dio” (nello specifico “Il maestro Silone”), film cult del mondo trash italiano. Di me posso aggiungere che ho 43 anni, sono un “gattaro” (da qui il nomigliolo di “The Webcat” – “il gatto del web”) e che da oltre 10 anni con questo lavoro mi diverto molto. Il mio è un progetto che nasce come demenziale, la cui selezione musicale si basa principalmente su quello che possiamo chiamare con il termine “Happy Music” o come diciamo a Bologna “da balotta”.

Ad oggi sei considerato uno dei massimi punti di riferimento per quanto riguarda la musica trash e happy, come mai questi generi non smettono mai di piacere?
La musica ha un grande potere: può portarti dove vuole. Può farti ridere ma all’improvviso anche farti piangere. Ecco, ho scelto di cercare ispirazione da ciò che mi fa ridere ma anche sorridere. Sono convinto che quello che banalmente oggi chiamiamo Musica Trash ed Happy Music sia un prodotto che piacerà sempre al pubblico. La gente ne ha bisogno. Questo genere di selezioni musicali, nel 90% dei casi, oggi ha la capacità di scacciare l’odio da coloro che sono senza Amore. O almeno sino al prossimo mix.

Quali sono i tuoi artisti preferiti, chi ti ha influenzato di più?
Te li butto lì: Adriano Celentano, Piero Umiliani, Cristiano Malgioglio, Piero Piccioni, Giusto Pio e Vittoria Solinas.

Quale pensi sia il ruolo del DJ nell’epoca dello “streaming’ e del scaricare musica gratis?
Io nasco come Dj feticista del vinile. Negli ultimi anni lavoro solo in digitale. Credo che a breve cambierà tutto. La musica sarà sempre più rete e ti faranno pagare tutto.

Hai chiuso i concerti di artisti del calibro di Freak Antoni, Vinicio Capossela, Daniele Silvestri…che ricordi hai di quelle esperienze?
Ricordo di aver avuto la possibilità di veder lavorare grossi professionisti e tutto quello che gira attorno a un concerto di quel livello. E conoscere un sacco di artisti, musicisti e operatori del settore oltre a fare tanti km di macchina! Diciamo che è bello trovarti di fronte 1500/3000 persone che ancora non vogliono andare a casa.

Qual è la parte migliore della vita da DJ?
A NOI PIACE UN CASINO CONFONDERE LE IDEE PERO’ CI PIACEREBBE MOLTO DI PIU’ FARVI BALLARE. Ve lo garantisco. (*cit. dei CCCP, gruppo musicale punk rock italiano attivo dal 1982 al 1990, considerato tra i più importanti ed influenti nell’Italia degli anni ottanta )

Tu hai una lunga e ininterrotta carriera alle spalle. Come fai a restare sempre “sulla cresta dell’onda”?
La verità è che non lo so nemmeno io (ride di gusto).

Il 18 gennaio suonerai alla serata Chanel, cosa possiamo aspettarci?
La serata è organizzata e presentata da Drag Marcella, con la partecipazione di Marchesa Casati e sarà super divertente: troverete tutto quello che amo: tanta bella musica e un filino di follia, i miei marchi di “fabbrica”. Vi aspetto numerosissimi!