Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di GIFTS, che prende posizione contro il World Congress of Families ed esprime preoccupazione e indignazione per la presenza del Ministro Bussetti.⁩

Comunicato Stampa GIFTS contro il World Congress of FamiliesCome GIFTS – Rete di studi di Genere, Intersex, Femministi, Transfemministi e sulla Sessualità – denunciamo l’uso ideologico e strumentale che questi movimenti fanno del concetto di “natura” al preciso scopo di limitare libertà e diritti. Dichiariamo la nostra contrarietà all’appoggio istituzionale che è stato accordato a una iniziativa antiscientifica e pericolosa come il tredicesimo World Congress of Families.

Ricordiamo che: l’accesso delle donne all’interruzione volontaria di gravidanza e al divorzio sono diritti fondamentali, non piaghe sociali; l’omofobia e la transfobia sono gravi forme di oppressione e non categorie inventate dalla “neolingua del pensiero unico”; l’educazione di genere e i programmi educativi contro le discriminazioni, così come i nostri studi, non sono anomalie del sistema scolastico e universitario. Sono bensì occasioni di sviluppo e ai movimenti “no-gender”, alle istituzioni che li appoggiano e ai Ministri italiani, rispondiamo inoltre che gli studi di genere, intersex, femministi, transfemministi e sulla sessualità non sono saperi neutrali, come non lo è alcun sapere.

Riconoscendo il valore dell’autodeterminazione, questi studi promuovono l’istituzione, la difesa e l’ampliamento di spazi di libertà per tutte le soggettività marginalizzate e contrastano ogni forma di oppressione e discriminazione. Richiamandoci a questi principi, in difesa della scientificità – che non è neutralità – delle nostre ricerche, in risposta ai sempre più numerosi attacchi che anche in Italia subiamo per i saperi che coltiviamo, come GIFTS – Rete di studi di Genere, Intersex, Femministi, Transfemministi e sulla Sessualità – esprimiamo preoccupazione e indignazione per il tredicesimo World Congress of Families che si è tenuto a Verona dal 29 al 31 marzo e denunciamo in particolare la presenza del Ministro Bussetti. Abbiamo aderito con forza alle mobilitazioni lanciate da Non una di meno, che attraverso iniziative culturali, politiche e di piazza, negli stessi giorni hanno manifestato il loro dissenso e la loro opposizione al Congresso.

Per informazioni:
rete.gifts@gmail.com
lorenzo.bernini@univr.it