Sabato 20 gennaio, a partire dalle ore 18, presso il DopoLavoro Ferroviario di Lucca, si svolgerà l’incontro-dibattito “Chi non si accontenta lotta!“, dove si parlerà di liberazione dai ruoli di genere, autodeterminazione, diritti sociali e civili e si cercheranno proposte alternative concrete per il territorio.
Invitate a parlare per la comunità lgbtqi, sui temi che riguardano i diritti delle persone transessuali, due figure di spicco: Regina Satariano, responsabile del Consultorio Transegenere di Torre del Lago Puccini e Porpora Marcasciano, Presidente del Mit (Movimento Identità Transessuale) di Bologna.
Se pensate che l’Italia in generale e il territorio toscano in particolare siano indietro sul riconoscimento dell’uguaglianza e dei diritti delle persone trans; che il diritto alla liberazione dai ruoli di genere e all’autodeterminazione sulla propria vita e sul proprio corpo non possano essere messi in discussione; che la discriminazione sul posto di lavoro in base all’orientamento sessuale sia una vergogna e che leggi come la legge Cirinnà sulle unioni civili siano uno specchietto per le allodole ed una presa in giro, allora questo convegno è il luogo adatto per far sentire la vostra voce.