News cultura Costume & società Trans

C’è Trans tra le parole più cercate su Google nel 2023

Share:

Sono stati tantissimi i temi caldi di questo lungo e complesso anno che hanno suscitato interesse e curiosità negli italiani. Come sempre quando si avvicina la fine dell’anno vengono stilate classifiche a volte surreali, a volte probabili, si va dal libro al disco, all’auto al personaggio più noto. Questo 2023 è stato davvero ricco di avvenimenti, guerre, problematiche economiche, residui di pandemia, film attesissimi, eccetera eccetera: tutti temi che avrete visto al telegiornale o ascoltato in radio o letto sui quotidiani nei mesi. Ma internet rimane il luogo in cui gli italiani vanno a curiosare, informarsi sulle cose e Google rimane il motore di ricerca più famoso e utilizzato dagli utenti di tutto il mondo e ha stilato una classifica delle parole più “cercate”.

Scontato è l’inserimento in capo all’elenco di Jannik Sinner, il giovane tennista che sta facendo sognare gli italiani riportando il tennis nazionale ai tempi d’oro e che si è rivelato un campione dentro e fuori dal campo, per i suoi modi gentili e la sua sensibilità. Tra gli sportivi, subito a seguire il calciatore Romelu Lukaku, attaccante della Roma che militava nell’Inter e con i suoi comportamenti ha creato non poche discussioni e lo scherno dei tifosi nerazzurri. Tra i cantanti più ricercati ci sono Rosa Chemical, Fedez e Marco Mengoni, tra le attrici più cercate su Google le bellissime Chiara Francini, Luisa Ranieri e Beatrice Luzzi. Poi ricerche dedicate ai film e alla musica che rispecchiano fedelmente le classifiche, il kolossal “Oppenheimer” sull’Atomica, “Barbie” con Margot Robbie, “Napoleon” di Ridley Scott che sta suscitando polemiche in Francia per le imprecisioni storiche.

E poi le ricette: quelle più ricercate sono Lenticchie, Bigoli, Scammaro, Gnocchi di zucca senza patate, Valdostana,  Tette delle monache, Frappé, Crema caffè, Calzagatti, Pesto genovese.

C’è posto anche per la politica, nelle ricerche spiccano i nomi di Giambruno e di Marta Fascina (che sposò in matrimonio “finto” Silvio Berlusconi e che dopo la sua morte non si è presentata in parlamento per mesi). Non mancano le ricerche “brutte” e tristi; troviamo infatti anche le parole Guerra o Hamas, Israele, Gaza, che hanno soppiantato l’Ucraina, ma che offrono sempre delle immagini terribili e devastanti.

Tantissimi i personaggi famosi che ci hanno lasciato e infatti ai primi posti delle ricerche ci sono Silvio Berlusconi e Maurizio Costanzo, poi Mattew Perry – il caro Chandler di Friends – scomparso di recente e Tina Turner leonessa della musica. Il chiacchieratissimo Matteo Messina Denaro, poi Toto Cutugno, icona della musica pololare, il grande Gianluca Vialli, l’indimenticabile Francesco Nuti, la scrittrice Michela Murgia e la “ciociara” Gina Lollobrigida.

Tantissime le ricerche che rispondono alla domanda “Cos’è?”. Si parte da termini come “funerali di stato”e “lutto nazionale” e si arriva ad “armocromista” (sbocciato con Elly Schlein) e “Sexting” (fusione delle parole inglesi sex e texting, neologismo usato per indicare l’invio di messaggi, testi, video e/o immagini sessualmente espliciti, principalmente tramite il telefono cellulare o tramite internet), passando per “implosione”, “noos”, “papa emerito” e “Apayinye”, il termine più in voga tra i giovanissimi che tanto ha turbato i genitori durante il 2023. E potrà sembrare strano in un paese come l’Italia ma al secondo posto nella ricerca dei significati appare la parola “transgender”. E non è poca cosa… Quando c’è la curiosità c’è tutto.

FONTE IMMAGINE: https://www.money.it/parole-piu-cercate-del-2022-classifica-google

Numa