Cam Girl davanti e dietro lo schermo!

Il nostro inviato speciale è riuscito a contattare, naturalmente in video intervista, visti i tempi, una cam girl, alla quale ha chiesto le regole e le tariffe di “ingaggio”.


Il contatto mail o l’account costa tra i 12 e 15 euro; circa 40 euro per avere il numero di cellulare; 3 euro al minuto per “stare” in un privè con la ragazza e da 1,50 a 2 euro al minuto per le telefonate erotiche.
Queste sono alcune delle cifre indicative che girano intorno alle cam Girls, così ci dice Ilary, nikname dietro al quale si cela una giovane di 25 anni che vive a Bologna.


regole-e-tariffe-webcam-2Ilary è una cam girl che si spoglia davanti ad una webcam; ma il rapporto con l’utente non si limita solo all’ambito sessuale, c’è chi paga anche solo per parlare.
Ilary è una ragazza minuta, che passerebbe inosservata se si incontrasse su di un autobus, ma davanti alla video camera si trasforma completamente, ponendosi con una fortissima personalità.
Ilary riferisce che lavora per un sito a cui ci si può tranquillamente iscrivere da Internet dando solo dati e coordinate bancarie,


Il sito ha regole ben precise: per esempio non si possono mai avere incontri personali con i clienti, tutto deve rimanere virtuale, non si possono dare privatamente dati per i quali si deve pagare, come il telefono o la mail, inoltre è vietato fare contatti privati su altri siti.
Alla fine, di tutto quello che ricavi, ti spetta di diritto il 40/50%, che viene direttamente accreditato sul tuo conto corrente.

Io ho cominciato per necessità, ora mi piace e mi diverto”


Ilary, guardandoti con i suoi splendidi occhi neri e sfoderando un sorriso incorniciato da un rossetto rosso fuoco, dice: “Io ho cominciato per necessità, ora mi piace e mi diverto, francamente non ci trovo nulla di male, son quattro anni che lavoro on line. Lo schermo da una posizione di forza e mi fa sentire sicura. Prima di cominciare ero una ragazza timida e chiusa, esibendomi su internet ho acquistato maggior sicurezza in me stessa. Mi piace anche scrivere e farmi scrivere qualcosa.
Ci sono clienti con cui ho creato un rapporto che definirei di ‘sesso intellettuale’.”

”Quanto guadagni dipende da te”


regole-e-tariffe-webcam-1Ilary ha una lunga chioma di capelli corvini, probabilmente le sue origini non sono italiane, ma parla un italiano caldo e corretto, così prosegue:”Quanto guadagni dipende da te, da quante ore resti collegata. So che ci sono tante cam girl che guadagno abbastanza da mantenersi, quindi è evidente che un buon profitto c’é. I clienti sono più o meno gli stessi e nel giro di una decina di giorni si può arrivare a conoscerli quasi tutti, ovviamente esclusi quelli che sono utenti occasionali.

Ce ne sono alcuni che si sono iscritti a diversi siti ed hanno una vera passione per questo tipo di contatto. Gli uomini decidono di entrare in queste chat per i più diversi motivi: chi per evadere dalla routine quotidiana, chi per solitudine, altri solo per gioco o per fare quattro chiacchiere.
In fondo, anche per molti di loro lo schermo è sicuro e la sicurezza dona serenità.


C’è un luogo comune che mi dà molto fastidio

questo lo devo dire con forza, perché lo voglio smentire: la cam girl non è una sorta di prostituta e chi usufruisce del servizio non è un disperato senza altre alternative.

Questa affermazione è frutto del mio vissuto, delle mie esperienze, nelle quali sono entrata in contatto anche con personaggi della moda e dello spettacolo, oppure con uomini non famosi ma professionalmente affermati e comunque di alta qualità.
La curiosità è la vera molla che muove l’uomo verso la cam girl e la seduzione la vera arte di questa donna.”.


Ilary prosegue con energia e decisione:

“Non voglio rappresentare una categoria anagrafica e non credo che questo sia solo un fenomeno giovanile. Ognuna fa le sue scelte; io racconto solo la mia vita, ma on line si possono trovare studentesse che hanno bisogno di soldi per pagarsi gli studi o donne di 45/50 anni che cercano il modo di fare quadrare il proprio bilancio familiare, aiutando il marito e per mantenere i figli. Limitare l’esperienza webcam al mondo dei ragazzi è riduttivo ed è fuorviante credere che ci sono solo adolescenti che si spogliano per comprarsi oggetti o vestiti all’ultima moda”.


Secondo un’indagine…

effettuata da media qualificati, nel mondo occidentale sarebbero 75.000 le studentesse che utilizzano il proprio corpo per pagarsi gli studi, ma complessivamente le donne che lo fanno per vivere, in varie forme, possono arrivare a 350.000.

Intervista di fantasia ripresa dal libro: IL DIARIO DI UNA CAM GIRL 

leggi anche
REGINA SATARIANO: L’Amore Ai Tempi Del Coronavirus

UNA PROFESSIONE PER IL DOMANI: ma l’oggi è già domani

Condividi