A partire da dicembre, in Italia sarà trasmesso sul canale FOX “Butterfly”. Si tratta di una mini serie tv inglese il cui primo episodio, andato in onda in Gran Bretagna su Itv il 14 ottobre scorso, ha incollato al televisore ben 2 milioni e 800 mila telespettatori.

Butterfly, la nuova serie tv con un bimbo trans
Ma di cosa parla esattamente? Si tratta di un family drama, presentata in anteprima a FeST – Festival delle Serie Tv, a Milano, con la proiezione in anteprima di uno dei tre episodi. La serie racconta la storia di Max/Maxine (l’attore Callum Booth-Ford), undicenne nata in un corpo di bambino e della sua famiglia, stravolta da questa disforia di genere.
Vista la delicatezza dell’argomento presentato, lo sceneggiatore Tony Marchant, prima di firmare la serie, ha studiato il tema con ricerche e colloqui presso l’associazione Mermaids e la clinica di gender identity Tavistock.
Marchant si è così espresso, con gli ideatori di FeST Marina Pierri e Giorgio Viaro: “sentivo una grande responsabilità. Dovevo raccontare questa storia con precisione ed empatia. In passato avevo scritto di transgender in ‘Different for Girls’, ma qui non bastava la sensibilità per il tema”.

I produttori di Butterfly credono che questo drama potrà aiutare “a migliorare la comprensione della condizione transgender“. Non pensano purtroppo però che possa aiutare per una diffusa accettazione della stessa condizione. Per le consulenze sulla serie, si sono rivolti all’associazione inglese Mermaids, che sostiene i transgender e la variazione di genere per i bambini.
Ovviamente, non sono mancate le polemiche. Diverse associazioni italiane sono già sul piede di guerra in vista della prossima messa in onda. In prima linea CitizenGo, il cui presidente Filippo Saverese ha dichiarato a Il Giornale: “lo scopo è confondere del tutto l’identità sessuale dei bambini. Essi devono ancora svilupparsi pienamente e sono spesso influenzati proprio dal mondo degli adulti, dalla televisione o dalle teorie in cui sono caduti i genitori“.

Qualunque sia l’opinione in merito, sicuramente Butterfly sarà una serie che farà riflettere e darà spunto a interessanti discussioni.

Serie tv trans: Butterfly