Simbolismo: Nella natura simbolizza l’equilibrio dei giorni e delle notti. Questo è caratterizzato dalla risalita del mondo notturno bilanciata dal declino del mondo diurno che è quello della luce e del calore (caduta del Sole). Gli ultimi frutti maturi si staccano dagli alberi. È la prefigurazione di un’epoca di riposo, di distensione e di pace in cui le forme esteriori scompaiono progressivamente di fronte alla vita interiore.

BILANCIA: Simbolismo, Psicologia, Dialettica, Destino: Sole
Questo crepuscolo autunnale della natura è in dialettica con l’aurora dell’anima, simbolizzata dall’esaltazione di Saturno. Quest’ultimo valorizza le tendenze al distacco, alla privazione, alla rinuncia, in altri termini, la vittoria dello spirito sulla materia.
Il simbolo (i due piatti di una bilancia) significa sia un rapporto equilibrato fra due alternative, sia un’opposizione di contrari, sia un’associazione di complementari.

BILANCIA: Simbolismo, Psicologia, Dialettica, Destino: Saturno
All’opposto dell’Ariete, angoloso e deciso, la Bilancia è il segno della media, della misura, dei mezzi toni, delle sfumature; è un segno d’Aria, dalla natura sottile ed eterea, sotto la protezione riposante di Venere, la Venere Afrodite delle rose d’autunno, ordinatrice celeste dell’amore, del bello, del giusto, ispiratrice delle arti.

BILANCIA: Simbolismo, Psicologia, Dialettica, Destino: rose d'autunno

Psicologia: La natura di questo individuo è basata sull’equilibrio di due temperamenti opposti: un Nervoso (Saturno), delicato, fine, incline ad evadere dalla materia o a depurarla, ed un Sanguigno (Venere), atmosferico, destinato a realizzare se stesso attraverso gli scambi morbidi e sciolti dell’ambiente. E’ l’unione del dono venusiano della giovinezza coll’esaurimento saturniano della vita: un nervoso espansivo o sanguigno che ha perduto la propria ricchezza plastica.
L’essere tende quindi, alternativamente, verso la spontaneità e la mediazione, l’abbandono ed il timore, il richiamo e la ritrosia di fronte alla vita.

Natura portata alla ” via di mezzo”, al compromesso, alla concessione ed ai mezzi termini, ma anche alle posizioni neutrali ed all’atteggiamento di tenere il piede in due staffe.
Spiccano fortemente: ponderazione, tolleranza, pacifismo sentimento di equità.
Carattere sociale, adattabile, talvolta opportunista, amabile, delicato, gentile, armonioso, ma debole volontà, disarmata sia dall’indecisione e dall’esitazione fra due sollecitazioni contrarie che dal desiderio di piacere.
Disposizione più effeminata che virile, a scapito della volontà di potenza ed a vantaggio dell’affinamento estetico o spirituale.

BILANCIA: Simbolismo, Psicologia, Dialettica, Destino: giove e saturno

Dialettica: A seconda che predomino Giove o Saturno, il Sole o la Luna, si possono avere due tipi:
A) il Sentimentale estroverso, il quale si esprime con simpatia ed effusione, si sente legato al mondo per tutta una serie di legami affettivi; dà libero corso a slanci generosi che lo spingono fra le braccia altrui ed il suo sentimento anima, con calda comunicativa, tutto ciò che avvicina.
Sa conquistare il cuore delle persone e legarle a sé.
E’ ospitale e offre accoglienza spontanea che si estende a ventaglio sull’ambiente circostante, vicino e lontano, cui egli si attacca e si abbandona.

BILANCIA: Simbolismo, Psicologia, Dialettica, Destino: sole e luna
B) Sentimentale introverso, in cui il sentimento, da estensivo, si fa intensivo, si accentua cioè su una sola persona anziché distribuirsi con garbo.
Il sentimento più intenso si accompagna però a una maggiore fragilità di carattere per l’inquietudine in cui fa vivere il soggetto; può anche ritirarsi, per evitare l’asprezza della vita esteriore. Di carattere è riservato, taciturno, con una stabilità di umore che gli conferisce una piacevole calma. Ma sotto questo aspetto, apparentemente tranquillo, si nascondono acute passioni ed una sensibilità più o meno dolorosa.

BILANCIA: Simbolismo, Psicologia, Dialettica, Destino: venere
Destino: Manca di aggressività conquistatrice, ciò è quello che lo mette in condizioni di inferiorità nella lotta per la vita e lo esclude dal novero di coloro i quali sono capaci di farsi una fortuna.
Appartiene alla categoria dei sensibili e dei raffinati, in grado di costruirsi un’esistenza piacevole ed armoniosa ai margini delle grandi bramosie terrestri, in un terreno in cui i valori dell’”essere” hanno la priorità su quelli “avere”.
La sua riuscita avviene soprattutto attraverso la collaborazione, per il senso associativo e collaborativo di cui è dotato.
Risente notevolmente dell’impronta coniugale, sia buona che cattiva.

BILANCIA: Simbolismo, Psicologia, Dialettica, Destino: bilancia