Bhutan: si alla legalizzazione dei rapporti gay!Arriva dal Bhutan, una piccola porzione di terra compresa tra India e Repubblica Popolare Cinese, una bella notizia ‘arcobaleno’. Il Parlamento ha infatti votato a favore della legalizzazione dei rapporti tra persone dello stesso sesso.

Secondo la legislazione, nello specifico gli articoli 213 e 214 del codice penale, il rapporto ‘intimo’ tra persone dello stesso sesso era definito come ‘innaturale’ e quindi da considerarsi vietato. Questi articoli infatti venivano utilizzati dalle autorità per reprimere e rendere illegale l’omosessualità nel Paese.
Qui dunque le persone LGBT+ non hanno nessuna protezione contro le discriminazioni. Per questa mancanza, molto probabilmente, le segnalazioni di violenza e discriminazioni presentate alle autorità sono poche. Dati bassi quindi dovuti alla paura da parte delle vittime di denunciare le violenze subite.

Questa storica modifica di Legge ha visto diviso il Parlamento, con 63 voti contrari e 69 a favore.
Ora però, per rendere esecutiva la modifica, serve solo il voto del Sovrano del Bhutan, Jigme Khesar Namgyel Wangchuck. Si tratta comunque di un piccolo segnale di cambiamento nei confronti della comunità LGBT+, che speriamo venga confermata presto.

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort #incontritransexsexystar #videohot #moviehot

Condividi