Mini guida ai migliori locali trasgressivi della capitale

Berlino, capitale della Germania, può sicuramente essere considerata anche il centro della vita gay europea. Questo perchè Berlino è stata sempre una città all’avanguardia e di mentalità molto aperta: fin dagli anni ’20 è stata infatti un vivace centro omosessuale, trovando il suo fulcro nel quartiere di Nollendorfplatz. In seguito, un periodo di lungo “buio” dovuto alla II° Guerra Mondiale e poi, a partire dagli anni ’80, lentamente è tornata alla ribalta. Oggi, nella capitale tedesca si continua a respirare un’aria di libertà sessuale unica nel suo genere ed ha sicuramente tantissimo da offrire a livello di locali notturni alla comunità lgbt: vediamo insieme quali sono i posti più gettonati.
Cardine della vita gay berlinese, sia di giorno che di notte, è il bellissimo quartiere di Schöneberg.

La zona, un affascinante misto di edifici dalle archittetture moderne e antiche armoniosamente fuse tra di loro, è piena di bar, ottimi ristoranti e locali diventati punti di ritrovo abituali della comunità omosessuale e non della città.
Uno dei più conosciuti è il bar Heile Welt (https://www.facebook.com/Heile-Welt-107920232603777), arredato in stile britannico e frequentato da una clientela di un certo livello. Molto famoso è anche il bar Prinzknecht (https://www.facebook.com/Prinzknecht) attivo dal 1999. Tappa obbligatoria è anche il bar Neue Ufer (http://www.neuesufer.de), frequentato negli anni ’70 anche da un giovane David Bowie, guru della musica pop-rock prematuramente scomparso e icona gay per eccellenza.
Più spostato verso Nollendorfplatz trovate Tom’s (in via Motzstrasse 19), un sex bar dotato anche di “darkroom” (camera buia) dove appartarsi in coppia (o in di più).
Uscendo da Schöneberg, dirigetevi verso il quartiere “giovane” e multiculturale per eccellenza di Berlino, Kreuzberg. Situato a ridosso del muro, ospita diversi gay bar interessanti: dal Möbel Olfe (https://www.facebook.com/Möbel-Olfe), al Barbie Deinhoff’s (http://www.barbiedeinhoff.de) fino al noto Roses Bar (in Oranienstrasse 187).
Per quanto riguarda le feste più di tendenza, eccessive ed eccentriche, da non perdere è il locale Zum schmutzigen Hobby in Revalerstrasse 99, ma soprattutto lo Schwuz, famosissimo nella scena lgbt, è una discoteca/sala concerti dove è inevitabile scatenerasi nelle danze e che organizza sempre serate estremamente divertenti e fuori dai soliti circuiti turistici. Il bar Moritz am Park, nel quartiere di Moabit, organizza invece le serate “Gay Tonic” dove si bevono ottimi cocktails a prezzi stracciati. http://www.moritzampark.com
Per gli amanti delle feste sadomaso e sessualmente disnibite ed estreme, la città offre, a chi è interessato al genere, le serate più famose a livello internazionale. Tra i locali “giusti”, non possiamo non citare l’arci noto Kit Kat Club (quartiere Mitte, in Brückenstraße),

fondato nel 1994 da Simon Thaur, un regista di porno austriaco, e dalla sua partner Kirsten Kruger. Si tratta di una discoteca gigantesca, con diverse stanze, suddivise tra la pista da ballo principale, uno spazio più piccolo con un’altalena per i giochi bondage (ovvero, giochi sessuali basati sulla costrizione fisica del partner mediante legature, cappucci, bavagli, ecc.) ed un bar nascosto al piano inferiore a cui si accede percorrendo tunnel bui. Tra le sue serate libertine più in voga, è frequentatissima quella del “Vaseline Factory” (Fabbrica della Vaselina…un nome, un programma).
Altra festa molto gettonata da gay, trans e anche etero dalla mentalità decisamente aperta, è quella che si tiene poi nel locale fetish più famoso della città, l’Insomnia (https://www.insomnia-berlin.de),

situato nella zona dell’ Alt Tempelhof, per non parlare di quella messa in scena presso il locale About Blank, l'”Homopatik”. Molto frequentate ed intriganti le notti esotiche del Meschugge, serata gay ebraica e il Gayhane, serata gay araba. Da non perdere infine una delle più importanti serate gay berlinesi, una vera e propria istitutizione: la “GMF” si svolge ogni domenica nella discoteca Week End , famosa per la sua fantastica vista panoramica sulla piazza di Alexanderplatz (http://www.gmf-berlin.de/) e vi farà trascorrere ore indimenticabili.