Intervista a Veronika Havenna tra premi e nuovi progetti!

Intervista a Veronika Havenna tra premi e nuovi progetti!

Siamo sempre felici di condividere le conquiste e i successi, soprattutto quando si tratta di importanti riconoscimenti e trionfi. In questa nuova intervista a Veronika Havenna abbiamo il piacere di parlare della sua carriera nel mondo del cinema per adulti e le prossime premiazioni a cui parteciperà…

Intervista a Veronika Havenna tra premi e nuovi progetti!Ciao Veronika, che ne dici di partire subito con il raccontaci dei nuovi progetti che stai portando avanti nel settore del cinema hard?
Ciao a tutti e grazie per questa nuova intervista. Prima di tutto vorrei dire che sono ancora molto emozionata perché questo 21 Luglio sono stata a Torino a ritirare il mio premio come la Miss T-Girl mondiale 2019. La premiazione è stata rimandata a causa del Covid , come tanti altri eventi ovviamente. I prossimi appuntamenti sono a Settembre quando ritirerò il riconoscimento come la Miss Social, essendo la prima transessuale a rappresentare un evento dell’Eros nell’Italia.

Ci tengo molto a ringraziare voi di Piccole Trasgressione e de Il Piccole Magazine per le opportunità e per lo spazio che mi date sempre per parlare di tutti i miei progetti. Credo che la condivisione con tutti i fans sia molto importante anche perché sono loro spesso a darmi la forza di andare avanti. Senza di loro infatti non avrei questa determinazione e tutta la voglia di fare. Tutto ciò che faccio lo faccio con passione, altrimenti non la faccio. Chi mi conosce sa che sono una di quelle persone che o fa una cosa per bene, o preferisce rimanere senza fare niente.
Purtroppo sono stata un po’ ferma perché ho avuto dei problemi economici grandissimi. Le persone pensano che essere una Pornostar sia sinonimo di benessere economico, senza valutare il fatto che ci sono tante spese dietro tutto. Il mio sostegno sono le persone che mi seguono e sono molto felice per questo. A tutti loro dedico ogni riconoscimento sia nel settore hard che nel settore LGBT+ perché sono loro che mi hanno regalato il loro tempo.

Ringrazio chi è andato a votare per me, questo è una gioia immensa e sarò eternamente grata.
Tutti voi avete reso la mia vita speciale, mi avete dato la possibilità di crescere ancora grazie al vostro sostegno. Come in tanti altri settori, anche il nostro è diventato molto difficile anche a livello finanziario; spesso infatti ci sono delle persone che girano delle scene hard solo per fare pubblicità e questo ha rovinato molto tutto.
Per quanto riguarda i nuovi progetti sto facendo delle produzioni non amatoriali perché a me non piacciono. Per vederle vi basterà seguirmi sui social e tutti i mesi troverete 6 o 7 scene nuove. Tutte sono studiate perché cerco di piacere ad ogni tipo di persona, che sia un feticista, uno un po’ extreme, oppure normale o Chic. Variare è una cosa che mi piace, adoro il porno fatto con classe e stile. Quasi tutti i giorni della settimana giriamo delle scene con degli attori emergenti o degli attori conosciuti e praticamente, grazie ai social, le persone posso seguire tutti questi contenuti.

Complimenti per il premio che hai già ritirato! Hai già anticipato altre candidature però, ti va di parlarne? Quali sono?
Allora, sulle nomination, la prima che mi hanno fatto e che mi ha riempito di onore, è stata quella di Lloret de Mar in Spagna. Non me l’aspettavo proprio di ricevere un riconoscimento in Spagna, figuriamoci avere sette riconoscimenti in una volta sola. Questo mi ha fatto tanto piacere non solo per il mondo hard, ma anche per il fatto di essere conosciuta come Youtuber, come Glamour Suprem della Transessuale e come videoclip della transessuale in Europa.
Le votazioni sono ancora aperte ed è possibile votare in questa pagina: https://t.co/TOyFyChMrk o sul sito di Hard Channel facendo la registrazione.

Le categorie in cui potete votarmi sono
253 #Queen of Porn (Trans)
53 Best #Porn Trans
261 Best Fetish #TransStar
72 Best #Clips Trans
97 Trans #Glamoure Supreme
#Goddess
287 Best #Youtuber
138 Best #Influencer
Questo anno poi ho ricevuto anche la nomina come personaggio femminile dell’anno 2021, quindi prendete il telefono o il computer e votate per me!

Intervista a Veronika Havenna tra premi e nuovi progetti!Secondo te, perché hai ottenuto tutte queste nomine? Come ha fatto Veronika Havenna a definirsi nel mondo dell’industria cinematografica per adulti? Svelaci i tuoi segreti!
Sinceramente non credo ci sia trucchi o segreti, basta essere se stessi e mettersi in gioco.
Come vi ho già detto le nominations che ho ricevuto e che mi permettono il 31 Luglio alle premiazioni in Spagna, sono tante, mi sono sorpresa anche io!
Nelle precedenti interviste ho parlato di questo premio e quanto ci tengo. Questo è il sesto anno di partecipazione e sarebbe il quarto anno consecutivo di vittoria.

È infatti dal 2018 che porto a casa questo premio e, ora mi rivolgo a tutto il pubblico che ci sta leggendo: votatemi e aiutatemi a incoronare questo mio sogno!
Perché ho ottenuto questo successo? Il porno lo faccio da quando avevo 18 anni, quindi quando faccio una cosa ci metto sempre passione. Sono un’attrice che porta la trasgressione, il desiderio sessuale nei maschietti. Oggi credo che entrare e diventare un’attrice porno, non sia facile come prima. Il porno è un po’ scarso nei giorni nostri, non solo in Italia ma anche in California e a Praga, insomma quelle che in teoria sono le vere industrie del porno.

Cosa significa per te vincere un premio ed essere così di riconosciuta a livello internazionale?
Per diventare un personaggio famoso e riconosciuto, bisogna metterci un po’ di impegno oppure bisogna girare un bel porno.
Oltre a una soddisfazione personale, ricevere questi premi mi ricompensa per la dedizione che ho sempre messo in questo settore. Ho sempre dato tutta me stessa e ne ho fatto uno stile di vita.
Mai avrei pensato di entrare in questo settore eppure mi è stata proposta questa opportunità e l’ho colta subito.
Facevo già parte della televisione e del teatro quando ho fatto il primo film porno. Stavo facendo il mio percorso di transizione e purtroppo la gente, per via degli stereotipi che ancora oggi ci sono, ha iniziato a pensare che questo significasse aprire le gambe e fare a modo loro. Non è per niente così! La gente continua a vedere il porno come un gioco o come un modo di piacere.

Il successo spesso arriva per caso, come è successo a me.
Ero in una discoteca in Brasile, sono venuti dei produttori americani che erano alla ricerca delle nuove trans e io avevo 18 anni. Mi hanno invitato, ho accettato e quella scena ha avuto un successo così grande che mi hanno chiamato in parecchi per altri incarichi.
Ho iniziato così a viaggiare e sono arrivata in Italia, conoscevo già l’Europa ma non come adesso.
Vincere un premio adesso per me significa che sono andata nella strada giusta. Ho avuto sempre delle persone che mi hanno sostenuto, e come ho detto all’inizio, non bastano i premi ma serve anche il riconoscimento di tutte quelle persone che ti seguono, e quindi, questo premio è vostro!

Intervista a Veronika Havenna tra premi e nuovi progetti!Cosa ha cambiato in te essere la T-Girl più cliccata e più riconosciuta durante le premiazioni e nominazioni dei diversi premi nazionali in Italia?
Sono sempre stata una persona molto umile e tutto quello che ho ottenuto e tutto quello che otterrò mi farà crescere.
A me sinceramente non è cambiato niente, non mi sono mai montata la testa insomma. Mi sento una persona grata all’universo e con tutti quelli che mi sostengono, e non smetterò mai di dirlo.

Siete le persone più importanti e mi avete fatto diventare la Veronika Havenna che sono oggi. Dirò sempre che se oggi sono la T-Girl più cliccata in Italia ed Europa è grazie ad ognuno di voi, sia per i premi dall’Italia, dalla Spagna…e anche dalla Germania! Ma questa è una novità e per ora preferisco non dire niente!
Ciò che poi mi manca è vincere un premio nel settore hard americano…ma chissà, sappiamo che le cose cambiano e spesso alcune porte si chiudono. Ormai sono 17 anni che faccio porno!

Se potessi scegliere un altro settore del cinema, quale sarebbe e perché?
Il mio sogno è sempre stato quello di essere una conduttrice di un programma televisivo e una giornalista. Credo comunque di averne le capacità quindi chissà magari un giorno studierò dizione anche per prendere l’accento brasiliano come Giuliana Moreira, la nostra Gatta Nera.

Hai detto che il settore del cinema per adulti sta subendo un po’ un declino, dici che è legato alla pandemia che stiamo vivendo?
A Praga so che girano tanti film in normalità, con tutte le misure di sicurezza e prevenzione. Tanti attori e personaggi del mondo dell’eros, hanno iniziato a fare anche OnlyFans, cosa molto importante per il nostro settore. Non so quindi se sia solo per la pandemia o se oggi più che mai, pregiudizi e paura stanno intaccando questo mondo.

Facciamo un piccolo salto nel tempo e torniamo a 10 anni fa. Pensavi di diventare la persona e l’attrice che sei oggi?
Non so se la mia me del passato potesse anche solo prevedere tutto questo ma sono immensamente grata di aver intrapreso questa strada.
10 anni fa ero una persona immatura come tutti quanti gli adolescenti. Non avevo una meta e non davo molto valore alla vita ma pensavo di poter diventare ciò che volevo nella mia vita.

L’educazione che ho ricevuto dai miei genitori, o meglio da mia madre visto che mio padre è stato assente, è stata quella di seguire sempre tutti i miei sogni, senza guardarmi indietro.
La mia strada non è stata facile ma gli ostacoli non mi hanno mai fermato anzi, mi hanno dato la forza di fare rivoluzioni e cambiamenti.
Oggi, nel 2021, per fortuna la gente ha una mente più aperta rispetto ai nostri nonni. Se una persona ha dei contenuti o qualcosa di interessante da condividere oggi può farlo facilmente.
Ho ancora tanto da fare, mi ricordo sempre da dove sono partita e mi fisso sempre obiettivi nuovi con progetti che mi aiutano a migliorarmi.

Adesso allora facciamo un salto nel tempo in avanti! Come ti vedi tra 10 anni? A livello personale e a livello professionale?
Non voglio fare previsioni, ma voglio farvi un’altra anticipazione. Presto inizierò un mio programma in cui intervisterò dei personaggi del settore notturno. Voglio dare spazio alle Drag Queen e a tanti altri personaggi che fanno parte di questa arte che considero molto importante.

Complimenti, sei piena di novità ed energie positive! Per concludere, ti piacerebbe condividere un messaggio ai tuoi colleghi, nuovi talenti e fans?
Per primi, mi piacerebbe condividere un messaggio a tutti quelli che mi chiamano per chiedere se faccio una prova: io ho una casa di produzione con cui giro scene.
Poi vorrei rivolgermi a tutti coloro che vorrebbero entrare in questo settore: ultimamente non vedo tanto dei nuovi talenti ma persone che vogliono visibilità. Con internet tutti possono entrare nelle piattaforme e avere visibilità ma cercate di spiccare.
Se una persona ha voglia di fare il porno è libera di fare ciò che vuole, dobbiamo seguire i nostri sogni e realizzare tutto ciò che desideriamo nella vita. Buona Fortuna!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot


ACE OF SPADES GOLD SMALL - TOYZ4LOVERS

ACE OF SPADES GOLD SMALL - TOYZ4LOVERS

ACE OF SPADES GOLD SMALL - TOYZ4LOVERSPlug anale in alluminio placcato oro con un gioiello incastonato alla base. Punta affusolata per un graduale inserimento, facile presa e maneggevolezza. Totalmente liscio e con originale forma conica, dal diametro crescente.

Dal design raffinato, questo plug è stato concepito per regalarti intensi momenti di piacere.

Realizzato in materiale di alta qualità, sicuro al 100% per il tuo corpo e completamente impermeabile, quindi potrai giocare con la temperatura, alternando sensazioni di caldo e freddo così da rendere la stimolazione ancora più dinamica ed intensa.

Ti consigliamo di accompagnare il tuo Ace of Spades Gold Small con un lubrificante di alta qualità e di detergerlo prima e dopo l’uso con l’apposito toy cleaner.

Oggi può essere tuo con uno sconto del 30% utilizzando il codice: INCONTRIAMOCIINSICUREZZA

Non perderti inoltre i SEXY SALDI ESTIVI! Clicca qui e scopri tutti i prodotti scontati e studiati per te per aggiungere un pizzico trasgressione alle tue caldi notti estive!

Scopri tutti gli Spicy Shopping pensati per te e per il partner dal sexy shop Boutique I Trasgressivi, che renderanno ancora più fantasiosi e unici i tuoi incontri!

Ti aspettiamo online e in Boutique con tutte le nostre fantastiche proposte!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot

Acquista!

FRUSTINO EASY HORSE WIP BLACK - TOYZ4LOVERS

FRUSTINO EASY HORSE WIP BLACK - TOYZ4LOVERS

FRUSTINO EASY HORSE WIP BLACK - TOYZ4LOVERSVuoi aggiungere un pò di trasgressione al tuo rapporto? Allora non perderti il Frustino Easy Horse Wip black della linea Toyz4Lovers.

La Frusta Con Strass è molto elegante, ma soprattutto efficace per i tuoi momenti erotici più intensi. Possiede un’impugnatura finissima e raffinata, con lo strass che l’avvolge.

Questa frusta è adatta per iniziare un percorso BDSM o per dare sfogo alle tue fantasie!

Oggi può essere tuo con uno sconto del 30% utilizzando il codice: INCONTRIAMOCIINSICUREZZA

Non perderti inoltre i SEXY SALDI ESTIVI! Clicca qui e scopri tutti i prodotti scontati e studiati per te per aggiungere un pizzico trasgressione alle tue caldi notti estive!

Scopri tutti gli Spicy Shopping pensati per te e per il partner dal sexy shop Boutique I Trasgressivi, che renderanno ancora più fantasiosi e unici i tuoi incontri!

Ti aspettiamo online e in Boutique con tutte le nostre fantastiche proposte!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot

Acquista!

TYLER KNIGHT LOVE DOLL W. DONG BLACK - NMC

TYLER KNIGHT LOVE DOLL W. DONG BLACK - NMC

TYLER KNIGHT LOVE DOLL W. DONG BLACK - NMCConcediti un gioco di ruolo disinibito e fantasioso con Tyler Knight Doll. L’esotico amante gonfiabile è progettato pensando alle tue ultime fantasie e ha una faccia a 4 colori, un buco dell’amore e un pene flessibile da usare come desideri. Esplora e gioca le tue fantasie segrete più intime con la bambola dell’amante che è sempre pronta e in attesa del tuo amore rovente. Gonfialo e preparati per un’infinita soddisfazione di sé. La bambola del sesso completamente portatile è realizzata in PVC morbido ed elastico, inodore e senza ftalati e ha un aspetto realistico.

Ti suggeriamo di accompagnare il tuo Tyler con un lubrificante di alta qualità e di pulirlo prima e dopo l’uso con l’apposito igienizzante.

Oggi può essere tuo con uno sconto del 30% utilizzando il codice: INCONTRIAMOCIINSICUREZZA

Non perderti inoltre i SEXY SALDI ESTIVI! Clicca qui e scopri tutti i prodotti scontati e studiati per te per aggiungere un pizzico trasgressione alle tue caldi notti estive!

Scopri tutti gli Spicy Shopping pensati per te e per il partner dal sexy shop Boutique I Trasgressivi, che renderanno ancora più fantasiosi e unici i tuoi incontri!

Ti aspettiamo online e in Boutique con tutte le nostre fantastiche proposte!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot

Acquista!

Intervista a Luca Borromeo: ‘Faccio politica facendo dei film per adulti’

Intervista a Luca Borromeo: ‘Faccio politica facendo dei film per adulti’

Intervista a Luca Borromeo: ‘Faccio politica facendo dei film per adulti’Oggi trattiamo un tema interessante e controverso con il famoso e molto ricercato gigolò, accompagnatore e attore hard Luca Borromeo. La sua versatilità gli permette sempre di conquistare il pubblico e le sue conoscenze lo hanno reso uno degli uomini più interessanti del mondo della trasgressione.

In questa intervista conosciamo un altro lato di Luca Borromeo, quello di un uomo preoccupato che cerca di trasmettere un messaggio di libertà al mondo. Vorrebbe arrivare a tutti coloro che si occupano di deliberare le leggi, soprattutto ora che è ancora in sospeso un disegno di legge considerato molto importante per la comunità LGBT+, ossia il ddl Zan.

Come ci racconta in ogni suo film è racchiuso un messaggio di libertà personale e libertà sessuale. L’obiettivo è quello di abbattere i tabù esistenti soprattutto quando si tratta di emergere in un mondo come il cinema per adulti. Il cinema hard nello specifico viene visto come un modo per poter esprimere ogni desiderio trasgressivo, dare espressione ad atti sessuali a 360 gradi e permettere di vivere al massimo ogni esperienza.

Ciò che riguarda il suo concetto di politica non va delimitato per ciò che va considerato come corretto o sbagliata. Bisogna infatti considerare un modo in cui la società va influenzata dalle norme e costumi ancestrali che fino ad oggi mantengono un concetto antico e poco progressista nei confronti degli attori, soprattutto della comunità LGBT+.

Ad oggi, un uomo non dovrebbe essere considerato più o meno virile o per le scene che interpreta. infatti non è giusto giudicare qualcuno perché ha realizzato una scena cinematografica hard con una donna, un altro uomo, o una trans. Anzi, quando si è un attore completo, si riesce a trasmettere in ogni film rappresenta un messaggio per insegnare ad essere liberi e a scoprire il proprio corpo.

Se volete conoscere di più sugli interessanti argomenti che abbiamo trattato con Luca Borromeo, non smettete di guardare questa videointervista.

Ovviamente ci teniamo a precisare che siamo felici di ricevere vostri messaggi e commenti soprattutto su questo tema.

Seguiteci inoltre sui nostri social Facebook, Instagram, Youtube e ISUU come Il Piccole Magazine e visita i nostri portali www.ilpiccolemagazine.it, www.ilpiccolemagazine.tv.

Guarda inoltre tutte le video interviste ai Boys qui!!!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot


BODY HARNESS - SHOTS

BODY HARNESS - SHOTS

BODY HARNESS - SHOTSIl Body Harness – Shots avvolge il tuo torace con un seducente incrocio di strisce di pelle borchiata e farà capire subito a tutti chi è il Master che domina la scena!

Fai bella figura con questa combinazione realizzata con 5 strisce in pelle! Due grandi anelli, sulla zona alta e bassa del petto, si collegata a tutte le strisce in pelle di alta qualità per realizzare una combinazione robusta in pelle. L’articolo presenta inoltre solidi rivetti di rifinitura ed una chiusura a lato che permette una facile vestibilità in ogni situazione! Fare incontri non è mai stato così semplice!

Oggi può essere tuo con uno sconto del 30% utilizzando il codice: INCONTRIAMOCIINSICUREZZA

Non perderti inoltre i SEXY SALDI ESTIVI! Clicca qui e scopri tutti i prodotti scontati e studiati per te per aggiungere un pizzico trasgressione alle tue caldi notti estive!

Scopri tutti gli Spicy Shopping pensati per te e per il partner dal sexy shop Boutique I Trasgressivi, che renderanno ancora più fantasiosi e unici i tuoi incontri!

Ti aspettiamo online e in Boutique con tutte le nostre fantastiche proposte!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot

Acquista!

Intervista a Veronika Havenna: 'Questo è il nostro momento'

Intervista a Veronika Havenna: 'Questo è il nostro momento'

Il Piccole Magazine, in occasione della commemorazione del Gay Pride in Italia, ha voluto intervistare una delle figure più conosciute della comunità transgender. L’ospite è ovviamente Veronika Havenna e siamo davvero curiosi di conoscere la sua opinione su questa festa.

Intervista a Veronika Havenna: 'Questo è il nostro momento'Veronika Havenna, cosa significa per te il Gay Pride?
Il Gay Pride per me è una manifestazione a cui tante persone serie e importanti assistono giustamente per rivendicare i loro, anzi i nostri diritti. Ci sono ovviamente persone che vanno solo per far festa, ma il Gay Pride è una data specifica nella quale migliaia di persone stanno insieme. Questo non dovrebbe essere solo al Gay Pride, dovrebbe essere tutto l’anno, anche con le associazioni, le ONG, sia in Brasile, sia in Italia e in tutto il mondo.

In quale modo hai celebrato quest’anno?
Quest’anno in particolare ho commemorato la nostra attivista Carla Fratti che purtroppo è venuta a mancare. Anche se io non ho avuto spazio e tempo per parlarne quello che volevo era spazio per mostrare con la mia visibilità quanto è importante per noi transgender avere e mostrare una positività a tutta la società.

Parliamo un po’ della situazione del tuo Paese di origine, il Brasile. Questo è catalogato come il Paese con l’indice più alto di transfemminicidi in tutto il mondo. Secondo te, come si commemora il Gay Pride in Brasile e a cosa porta? Ci sono progressi nella difesa dei diritti LGBT+?
Una cosa che non è mai successa è quella che è successa in Turchia. Purtroppo il Brasile è un Paese omofobico e transfobico, ma la cosa che mi da fastidio è che siamo il Paese in cui si concentra la ricerca di pornografia nel settore trans. Detto ciò si deduce che sia la gente che va a cercare le trans e quindi siamo il Paese che uccide di più le persone transessuali e omosessuali e viene tolta la vita di migliaia di persone che hanno un sogno, che hanno voglia di vivere, di costruire una famiglia, di cambiare il mondo, di lavorare e di essere qualcuno. Siamo un Paese che si impegna zero, per questo sono convinta dell’idea che se avesse una legge più severa, credo che sarebbe diversa la situazione. Sarebbe come una specie di miracolo.

E quindi come ti trovi in Italia? Qual è la principale differenza tra il Brasile e l’Italia sul tema della transfobia e della discriminazione secondo te?
Posso dire che dopo il cambio del sesso e della mia anagrafica, posso dire che praticamente in Brasile ho sofferto tanto pregiudizio. Questo è stato uno dei tanti motivi per cui sono dovuta venire in Italia. Ovviamente non soltanto per svolgere ciò che faccio, ma semplicemente per avere una tranquillità, uno stile di vita più pacifico. Oggi posso direi che ho delle ottime condizioni qui e avrei paura di vivere nel mio Paese. A parte che non ho proprio voglia di tornare in Brasile anche appunto per questa impunità, magari se di essere lì per stare in determinate palestre. Magari potrei andarci solo per partecipare a certi congressi LGBT+, ecco quello lo farei, ma direi che ad oggi ho ancora paura.
Quindi, per questo dico che in Italia, dopo che ho cambiato il nome, anche se la gente ti guarda un po’ così, le persone ti portano rispetto. Paragonando la situazione al Brasile, la ti aggrediscono, qua in Italia ti guardano male magari ma ti rispettano. Se entri in un bar ti trattano come una Signora, invece in Brasile vieni aggredita senza alcun motivo.

Intervista a Veronika Havenna: 'Questo è il nostro momento'Se avessi l’opportunità di creare una nuova rivoluzione come quella generata negli anni ’60 con il Gay Pride, come sarebbe?
Allora, se avessi l’opportunità di dar vita a una rivoluzione, che è quello che voglio fare poi con il mio attivismo, cercherei di entrare in tutte quelle associazioni che possono aiutare la comunità LGBT+ più carente e bisognosa, a fargli vedere che sono proprio una persona rivoluzionaria. Vorrei, e spero di riuscire a generare un cambiamento generale, al 100%. In un mio mondo ideale tutte le persone devono rispettare le differenze e le minoranze, perché in fondo siamo tutti uguali. Penso inoltre che non dovrebbe esistere questa parola LGBT+, perché comunque siamo tutti essere umani uguali e cittadini del mondo. La mia rivoluzione quindi porterebbe alla caduta di questa sigla e a smettere di catalogarci.

Quale potrebbe essere la tua eredità per il mondo e le nuove generazioni di persone transgender.
La mia eredità credo che potrebbe essere la mia esperienza. Da quando avevo 17 anni e ho iniziato il mio percorso, sono stata licenziata della televisione anche se da sempre mi è piaciuto tanto il mondo dello spettacolo. Loro mi hanno tolto i miei sogni e io con la mia immagine e un canale Youtube, ovviamente contando sulla mia esperienza, sono riuscita a passare oltre. Come tante altre persone che hanno pianto lacrime, mi sono rialzata, e aggiungerei a testa alta. Come già detto ad oggi sono orgogliosa della bella strada che ho fatto, e come altri prima di me spero di aver contribuito al cambiamento. L’obiettivo finale è di permette che una transgender possa socializzare, trovare un lavoro, studiare ed essere libera di essere se stessa. I pregiudizi esistono e non ha senso nasconderlo, ma non è come prima. Ai giorni nostri infatti anche passeggiando per strada si possono incrociare persone LGBT+ felici ma la strada è ancora lunga…come dicevamo prima purtroppo non è così in tutti i Paesi. La nostra lotta è di essere sempre e ovunque inclusi nella società, nei diritti umani, civili, per avere anche il diritto di costruire e riconoscere una famiglia…questo è quello che vorrei lasciare come eredità.

A proposito di attivisti, se potessi diventare una figura importante della storia della comunità LGBT+, quale sarebbe e perché?
Se io potessi diventare una figura importante della comunità LGBT+ sarei una figura che trasmette più amore al prossimo. Sarebbe principalmente più amore fra di noi, anche perché ogni tanto lottiamo insieme ma esiste una rivalità nella nostra comunità che non dovrebbe esistere. Quindi si, se potessi trasformarmi scegliere questa perché dall’amore nascono tanti altri sentimenti. Compassione, empatia, vittoria, forza e determinazione ad esempio. Anche se abbiamo tanti ostacoli, non dobbiamo mollare mai, assolutamente mai! Siamo nel 2021 e le cose sono cambiate tanto e abbiamo fatto un grandissimo passo avanti.

Un tuo consiglio alla comunità LGBT+ del mondo
Un mio consiglio alla comunità LGBT+ è praticamente un po’ quello che ho detto della risposta precedente. Credo che dovremmo prima di tutto prenderci per mano veramente, unirci seriamente e andare avanti con unghie e denti senza avere paura. Si dice che “l’unione fa la forza” e credo proprio che sia vero! Attualmente abbiamo questa legge che di sicuro sarà approvata perché le cose qui in Italia sono più severe. Praticamente dobbiamo stringerci e andare avanti insieme come hanno fatto le donne tanto tempo fa, che non potevano fare niente e allora si sono ribellate e liberate. Questo è il nostro momento, dobbiamo urlare per i nostri diritti e dire quanto vogliamo che fossero riconosciuti. Dovremmo ricordare e sottolineare tutto quello che ci è stato tolto per anni…BASTA!!!

Grazie!!!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot


J’Accuse, una campagna a favore del ddl Zan

J’Accuse, una campagna a favore del ddl ZanUn messaggio davvero di forte impatto: ‘Ci state condannando a morte, sappiamo chi sono i colpevoli!’
Parte così una campagna che supporta la promulgazione del ddl Zan, un disegno di legge che nasce con un principio base: la penalizzazione ed eliminazione di tutti tipi di atti di violenza, discriminazione, così come per educare e sensibilizzare la popolazione in riferimento alla tematica dell’identità di genere, al rispetto dei diritti umani e civili che possono creare un clima sociale di uguaglianza, tolleranza e rispetto.

Anche se questo decreto legge comprende le persone diversamente abili e cerca di sviluppare anche il fattore dell’inclusione lavorativa e l’uguaglianza nel rispetto dei diritti individuali, purtroppo questa legge è ancora in discussione. Deve infatti essere ancora approvata oppure confermata dal Senato. Questo ‘blocco’ sembra quasi che voglia supportare e creare l’interesse di tante persone per continuare a sviluppare incidenti di violenza, omofobia, transfobia, discriminazione e tanti altri flagelli contro cui si combatte ogni giorno.

Il video di seguito fa parte della campagna e fa riferimento all’assenza dei media che sta trattando marginalmente e spesso manipolando le notizie relativa a questa tematica così importante per tutta la società.

Regina Satariano, nota attivista della comunità transgender si esprime in questo modo: ‘Nessuno parla, tutti stanno zitti! Per i media sembra che questo non abbia una vera importanza. Questo lascia in evidenzia che noi, persone transgender, e tutta la comunità LGBT+, non esistiamo per loro…o meglio sempre ci siamo solo per convenienza. Alcuni parlano, ma non fanno nient’altro. Oggi, davanti a un Senato che mantiene ferma una soluzione per tanti atti che sono stati causa della morte di tante persone durante la storia, nessuno prende in considerazione la nostra posizione. Nessun ente dei media scrive di noi su tutto ciò che proviamo ogni giorno come vittime di una società che esige un cambio, non per una minoranza, ma per tutti. Tutti abbiamo bisogno di sicurezza, di tolleranza e soprattutto di pace’.

‘Ci state condannando a morte, sappiamo chi sono i colpevoli’, è stato registrato da tanti noti attivisti che hanno subito discriminazioni o violenze in diversi modi, o hanno subito esclusione o non riconoscimento dei propri diritti. Ognuno di loro rappresenta la voce di migliaia di persone che cercando di farsi sentire e che vogliono sentirsi in sicurezza ogni giorno della loro vita.

Nella voce di Regina Satariano si ritrovano migliaia di altri individui che urlano: ‘Nessuno meglio di noi che proviamo direttamente la discriminazione, la violenza e l’esclusione giorno. Nessuno meglio di noi sa chi ci fa provare tutto questo. Conosciamo direttamente e anche in modo vicino i nostri carnefici. Alcuni lo fanno per ignoranza, altri per piacere. Il problema è che lo fanno e questo ci distrugge, mentre noi vogliamo costruire‘.

Oggi, in Piccole Magazine, diamo voce al mondo intero e diamo supporto ad ogni azione che possa servire per costruire una società basata sul rispetto, la tolleranza, l’uguaglianza, l’inclusione e la pace.

Guarda inoltre tutte le video interviste agli attivisti qui!!!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot


SUPER MAXI GONFIABILE

Estate 2021…Fallo con I Trasgressivi!Vuoi aggiungere un pò di trasgressione alla tua festa in piscina? Cerchi uno scherzo davvero grande per animare un addio al nubilato?
Allora non perderti il Super Maxy Pene Gonfiabile! Alto 160 cm e dal diametro di 40 cm è davvero enorme!
2 posti comodi su questo gigante gonfiabile a forma fallica…cosa aspetti? Non fartelo scappare!

Oggi può essere tuo con uno sconto del 30% utilizzando il codice: INCONTRIAMOCIINSICUREZZA

Non perderti inoltre i SEXY SALDI ESTIVI! Clicca qui e scopri tutti i prodotti scontati e studiati per te per aggiungere un pizzico trasgressione alle tue caldi notti estive!

Scopri tutti gli Spicy Shopping pensati per te e per il partner dal sexy shop Boutique I Trasgressivi, che renderanno ancora più fantasiosi e unici i tuoi incontri!

Ti aspettiamo online e in Boutique con tutte le nostre fantastiche proposte!

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot

Acquista!

'Oltre il binarismo di genere' la selezione di articoli a cura di Carmen Ferrara, Alain Giami e Paolo Valerio

'Oltre il binarismo di genere' la selezione di articoli a cura di Carmen Ferrara, Alain Giami e Paolo Valerio

'Oltre il binarismo di genere' la selezione di articoli a cura di Carmen Ferrara, Alain Giami e Paolo ValerioRiceviamo e pubblichiamo da Paolo Valerio la call for papers della rivista 𝑊ℎ𝑎𝑡𝑒𝑣𝑒𝑟 – 𝐴 𝑇𝑟𝑎𝑛𝑠𝑑𝑖𝑠𝑐𝑖𝑝𝑙𝑖𝑛𝑎𝑟𝑦 𝐽𝑜𝑢𝑟𝑛𝑎𝑙 𝑜𝑓 𝑄𝑢𝑒𝑒𝑟 𝑇ℎ𝑒𝑜𝑟𝑖𝑒𝑠 𝑎𝑛𝑑 𝑆𝑡𝑢𝑑𝑖𝑒𝑠. Issue 5 (2022).

Scadenza invio articoli: 31 ottobre 2021 🕛

Sezione tematica 𝐎𝐥𝐭𝐫𝐞 𝐢𝐥 𝐛𝐢𝐧𝐚𝐫𝐢𝐬𝐦𝐨 𝐝𝐢 𝐠𝐞𝐧𝐞𝐫𝐞. 𝐍𝐮𝐨𝐯𝐢 𝐥𝐢𝐧𝐠𝐮𝐚𝐠𝐠𝐢 𝐞 𝐧𝐮𝐨𝐯𝐞 𝐩𝐫𝐚𝐬𝐬𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐢𝐥 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐨𝐬𝐜𝐢𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐩𝐞𝐫𝐬𝐨𝐧𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐛𝐢𝐧𝐚𝐫𝐲
A cura di Carmen Ferrara, Alain Giami, Paolo Valerio

Le procedure per il riconoscimento dell’identità delle persone transgender sono in continua evoluzione e necessitano di un dialogo tra le varie discipline e con le comunità queer.
Le soluzioni linguistiche per l’inclusione di soggettività che non si riconoscono nel maschile e nel femminile comprendono l’individuazione di nuovi pronomi e nuove desinenze, a seconda degli idiomi, così come le prassi burocratiche per il riconoscimento anagrafico di suddette identità necessitano di essere ripensate in virtù dell’evoluzione delle società e delle rivendicazioni da parte dei soggetti coinvolti.

Pertanto sono ben accolte riflessioni teoriche e metodologiche, ricerche empiriche e reviews transdisciplinari sui bisogni delle persone con identità di genere non binaria e sulle indispensabili trasformazioni dei sistemi sanitari, delle pratiche sanitarie, della ricerca e di altre aree. In particolare gli articoli possono riguardare, tra le altre questioni:
• Studi comparativi sulle norme per il riconoscimento giuridico delle persone non binary;
• Casi studio di esperienze che hanno incluso la modalità “non binary” nelle rilevazioni demografiche;
• Rappresentazione delle persone non binary nei media;
• L’inclusione delle persone non binary nelle lingue neolatine;
• Medicina di genere e persone non binarie, accesso ai servizi sanitari;
• La condizione penitenziaria delle persone non binarie;
• Il genere non binario da una prospettiva antropologica;
• Le persone non binarie nello spazio pubblico. Come pianificare città inclusive;
• Enbyphobia nella comunità LGBTI;
• Migrazioni forzate di persone non binarie, richieste di asilo e sistema di accoglienza.

Gli articoli saranno selezionati sulla base dell’originalità e dell’innovatività rispetto ai contenuti e ai metodi.

Per inviare le proposte:
https://whatever.cirque.unipi.it/index.php/journal/about/submissions

Inglese

'Oltre il binarismo di genere' la selezione di articoli a cura di Carmen Ferrara, Alain Giami e Paolo Valerio𝑊ℎ𝑎𝑡𝑒𝑣𝑒𝑟 – 𝐴 𝑇𝑟𝑎𝑛𝑠𝑑𝑖𝑠𝑐𝑖𝑝𝑙𝑖𝑛𝑎𝑟𝑦 𝐽𝑜𝑢𝑟𝑛𝑎𝑙 𝑜𝑓 𝑄𝑢𝑒𝑒𝑟 𝑇ℎ𝑒𝑜𝑟𝑖𝑒𝑠 𝑎𝑛𝑑 𝑆𝑡𝑢𝑑𝑖𝑒𝑠. Issue 5 (2022). Call for papers

Submission deadline: October 31st 2021🕛

Themed section 𝐁𝐞𝐲𝐨𝐧𝐝 𝐭𝐡𝐞 𝐠𝐞𝐧𝐝𝐞𝐫 𝐛𝐢𝐧𝐚𝐫𝐲. 𝐍𝐞𝐰 𝐥𝐚𝐧𝐠𝐮𝐚𝐠𝐞𝐬 𝐚𝐧𝐝 𝐧𝐞𝐰 𝐩𝐫𝐚𝐜𝐭𝐢𝐜𝐞𝐬 𝐭𝐨𝐰𝐚𝐫𝐝𝐬 𝐭𝐡𝐞 𝐫𝐞𝐜𝐨𝐠𝐧𝐢𝐭𝐢𝐨𝐧 𝐨𝐟 𝐧𝐨𝐧 𝐛𝐢𝐧𝐚𝐫𝐲 𝐩𝐞𝐨𝐩𝐥𝐞

Guest Editors: Carmen Ferrara, Alain Giami, Paolo Valerio

The procedures for the recognition of transgender people’s identities are continually evolving, and make a dialogue among the various disciplines and with the queer communities needs.
Linguistic solutions for the inclusion of individuals who do not recognize themselves as masculine or feminine include singling out new pronouns and terminations, depending on the language, just as bureaucratic pathways to the official recognition of the above identities must be rethought in accordance with the evolution of society and of the demands of the people involved.

We therefore welcome theoretical and methodological considerations, empirical enquiries, and transdisciplinary reviews about the needs of people with a non binary gender identity and about the needed adjustments of health systems, health practices, research, and other fields. More specifically, contribution can address, among others, the following issues:

• Comparative enquiries on the norms for the legal recognition of non binary people;
• Case studies of experiences where the “non binary” option was included in demographic polls;
• Representation of non binary people in the media;
• Linguistic options to include non binary people in neo-Latin languages;
• Gender medicine and non binary people, access to health services;
• The condition of non binary people in prisons;
• Non binary gender from an anthropological perspective;
• Non binary people in public spaces. How to plan inclusive cities;
• Enbyphobia in the LGBTI community;
• Forced migration of non binary people, asylum requests and immigration policies.

Contributions will be evaluated according to their originality and innovation with regards to both content and method.

Submit your paper here ⬇️
https://whatever.cirque.unipi.it/index.php/journal/announcement/view/3

Segui i nostri hashtag:
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort
#
incontritransexsexystar #videohot