Abbiamo incontrato per voi Alaska, esotica trans colombiana, dal corpo dalle forme morbide e sensuali, con una pelle morbidissima e vellutata, il sogno di ogni uomo.

Ciao Alaska, piacere di conoscerti. Raccontaci un po’ di te.
Sono una ragazza trans colombiana, vengo dalla meravigliosa Santiago de Cali, situata nella Valle del Cauca e sono nata sotto il segno del leone. Di carattere sono una persona molto calma, rispettosa, mi piace conversare e so ascoltare. Sono una buona amica!

Che hobby hai nella vita?
Mi piace leggere, curare il mio corpo, ascoltare musica e ballare scatenata sulle note delle canzoni.

Cosa ti ha portato in Italia?
Ho deciso di venire a vivere qui perchè mi piace il vostro stile di vita e per raggiungere i miei obiettivi. Poi, mi piacciono molto gli uomini italiani (ride)…vorrei rimanere in Italia il più a lungo possibile.

Come hai vissuto il tuo percorso di transizione? E’ stato difficile?
Il mio percorso come donna transessuale non è stato difficile perchè il mio comportamento era già molto femminile fin dall’infanzia. I miei genitori mi hanno sempre supportata ed aiutata, fin da quando avevo 12 anni, età in cui è iniziato il mio cambiamento da maschio a femmina.

Come mai la decisione di diventare una escort?
Per necessità, come credo per la maggior parte di chi inizia questo mestiere. Come transessuale, non trovavo lavoro ne in Colombia ne in Italia, siamo ancora molto discriminate e oggetto di pregiudizi, purtroppo.

Un pregio ed un difetto del tuo lavoro?
Una cosa positiva è che gli uomini si sentono bene in mia compagnia, perchè dedico loro tutta la mia attenzione. Ho un modo di essere che sa metterli a loro agio! Una cosa negativa, dire che è il continuo spostarsi di città in città per lavorare, almeno qui in Italia; dopo un po’ è stancante.

Cosa cercano secondo te le persone da una escort?
Chi si accompagna a noi escort, solitamente spera di incontrare una persona che realizzi le sue fantasie, che sia carina nei modi e molto rispettosa, pulita ed amorevole. Una brava accompagnatrice deve anche sapere ascoltare, perchè tanti vogliono confidarsi e sfogarsi.

Qual’è la richiesta che ti fanno più spesso?
Le richieste variano tantissimo da persona a persona: alcuni sono molto attivi, altri passivi e altri ancora sono un mix tra i due elementi. L’importante, è essere a disposizione per realizzare quello che vogliono fare!

Hai un sogno nel cassetto da realizzare?
Trovare un bel partito! (ride). Mi piacerebbe anche lavorare nel sociale, per aiutare le persone che si trovano in situazioni di vulnerabilità.