“Adoro i giochi psicologici”

Inflessibile ed autoritaria mistress di Lontrina, città a sud del Brasile, attualmente residente a Parma, la Padrona ideale per chi desidera essere annullato o rieducato, bellissima e senza pietà: questa è Gloria Voguel, intervistata per voi da Piccole Magazine.

Buongiorno Mistress Gloria. Da quanto vive in Italia?
Da 10 anni. E’ un Paese che mi ha accolta molto bene, sono felice di abitare qui.


Quando ha iniziato questa particolare professione?
Ho iniziato un paio di anni fa. Inizialmente facevo la escort, ma vista la mia forte personalità, ho iniziato a ricevere molte richieste come mistress da parte di clienti che amano il sadomaso.
Sono del segno dell’ariete ed ho sempre avuto una personalità dominante: mi è del tutto naturale rapportarmi con i succubi.

La Mistress è “di moda”? Per questo c’è un aumento delle richieste?
Come dicevo, io ho seguito la legge della domanda/offerta e mi sono attrezzata a riguardo (sorride). Più in generale, film come “50 sfumature di grigio” si vede che hanno fatto emergere in tantissimi la curiosità verso il mondo bdsm.

E dunque “scatta” il bisogno di avere una Mistress.
Esatto. Nasce dalla voglia di sperimentare, di giocare con sé e con l’altro, di mettersi alla prova e confrontarsi e superare i propri limiti.


A Lei cosa piace di più in quello che fa?
Il desiderio di onnipotenza e dominio sull’altro: adoro i giochi psicologici, dominare mentalmente, umiliare. Naturalmente poi ci sono una infinità di pratiche fisiche, come il fisting, lo spanking (sculacciare)…sempre molto richieste. Non mi piace la violenza estrema e il sangue.

Che tipo di clienti La cerca?
Un buon 80% sono uomini soli, per lo più persone che nella vita hanno potere e occupano posizioni di prestigio: con me, vogliono sentirsi dall’altro lato della medaglia.
Sono anche molto cercata dalle coppie, alcune lo fanno entrambi con convinzione ed è bello quando li vedi lasciarsi andare l’uno con l’altro al 100%.

Come si vede da qui a qualche anno?
Per ora sono giovane, ho solo 30 anni…penso andrò avanti con questo lavoro almeno per altri 5 anni, poi smetterò. Molto dipende da come va economicamente, sicuramente è un lavoro che mi ha permesso di stare più tranquilla.

Si guadagna bene?
(ride). Diciamo che ci si può permettere una bella vita, poi ogni mistress è diversa, c’è chi guadagna di più e chi meno.

Per concludere, Le va di raccontarci un episodio bizzarro che le è successo nel Suo lavoro?
Volentieri! Una volta è arrivato un cliente con dei palloncini colorati da gonfiare, tipo quelli da compleanno, e mentre lo picchiavo, lui si strusciava i palloncini addosso e godeva. E’ stata una cosa decisamente particolare…e si che io ne vedo di ogni fatta, ogni giorno! (ride).