Gay / Lesbo Trans News ragazze

A Bologna OUT-TAKES, l’archivio audiovisivo LGBTQIA+  

Share:

La storia audiovisiva del movimento LGBTQIA+ è racchiusa in un archivio, OUT-TAKES – Gli Archivi del sé, un progetto innovativo che intende costruire una storicizzazione del movimento LGBTQIA+ a partire dalla documentazione di natura amatoriale. Out takes nel linguaggio cinematografico indica le sequenze scartate nella fase di montaggio di un film. Un gesto politico di riconoscimento e affermazione di diverse soggettività spesso marginalizzate. Conservare la memoria storica delle lotte per i diritti civili di lesbiche, gay, bisessuali, trans e queer è possibile. Un progetto in divenire e open source che si arricchisce grazie alle persone, alle attiviste e agli attivisti che decidono di donare la loro memoria storica che diventa collettiva Nasce a Bologna città in cui il Dams da una parte e la visibilità del movimento LGBTQIA+ dall’altra la rendono luogo ideale di incontro delle esperienze e testimonianze che l’archivio vuole recuperare.

Attivo dal 2013 OUT-TAKES raccoglie diari, interviste, fotografie, riprese audiovisive, documenti e altri materiali. Costituito da materiali creati da non professionisti, foto e video eterogenei conservati da privati o centri di documentazione. Racconta il regista e ideatore Simone Cangelosi: “La missione è la raccolta sistematica e globale, il recupero, la digitalizzazione e la conservazione e dei supporti materiali che custodiscono la memoria audiovisiva del movimento per i diritti civili e della storia in generale delle persone lesbiche, gay, bisessuali, trans e queer. L’idea di creare questo archivio nasce in seguito alla realizzazione del film Una nobile rivoluzione che narra la vita di Marcella Di Folco e il suo attivismo dentro il movimento LGBTQIA+ italiano”. Dopo anni di ricerca, riprese e interviste è partita l’organizzazione di tutti i materiali che consentono di ricostruire pezzi di storia, le lotte e i successi del movimento LGBTQIA+.

L’intento è di far emergere le testimonianze sonore e visive realizzate dai militanti, dagli attivisti, dai testimoni del movimento attraverso il recupero di materiali sui più disparati supporti e con diverse tecniche di registrazione e ripresa per ricostruire le vicende che si sono susseguite nel corso dei decenni.

Continua Cangelosi: “È grazie alla rete che si è costruita negli anni che diverse persone hanno deciso di donare le loro memorie”. Nell’archivio trova grande spazio il “Fondo Lucy Salani”: molti documenti, foto e testimonianze che vanno dal giugno 1945, poche settimane dopo la fine dell’internamento di Salani nel campo di concentramento di Dachau, a settembre del 2022, periodo che precede l’aggravarsi delle condizione di salute di Lucy e la sua scomparsa avvenuta nel marzo del 2023, sono state affidate direttamente da lei che ha vissuto i suoi ultimi anni proprio a Bologna.

Valore aggiunto dell’archivio è che partendo dalle singole esperienze si mettono insieme vari tasselli che rendono possibile ricostruire il contesto. OUT TAKES è promosso dal CESD APS, Centro Educazione e Studi sulla Discriminazione Associazione di promozione sociale, è stato riconosciuto quale “iniziativa di rilievo nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto delle discriminazioni” dall’UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale – Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

OUT TAKES si trova a Bologna in Via Mirasole n.31. Per contatti: tel. +39 333 660 8858 – outtakes1@proton.mecesd.org@gmail.com

FONTE IMMAGINE: https://www.out-takes.org

NUMA